20 novembre 2007 ~ 37 Commenti

Differenza fra bicicletta elettrica e ciclomotore elettrico

Vi è mai venuto il dubbio che esista una differenza legale fra bicicletta e ciclomotore?
Stiamo parlando delle loro versioni elettriche, chiaramente. 🙂

Genericamente, quando vediamo una 2 ruote magra, piccolina di telai e motore ma con ruote dall’ampio diametro diciamo “ecco una bicicletta elettrica!”, però alcune volte ci stiamo sbagliando…esistono infatti:
1) Bicicletta a pedalata assistita o pedelec (velocipedi)

2) Bicicletta a motore di solito elettrico (ciclomotori) ma può essere anche con motore a
combustione interna (a scoppio).

Le differenza di TIPO

1) La biciclette a pedalata assistita hanno la caratteristica principale che il motore non deve essere in funzione quando non si pedala. Il motore ausiliario si deve comunque fermare quando il veicolo raggiunge i 25 km/h o quando il conducente smette di pedalare.
Infine il motore ausiliario elettrico non deve superare la potenza nominale massima di 0,25kW.

2) Le biciclette a motore sono tutte le restanti biciclette che abbiano: un motore che funziona autonomamente anche senza la pedalata, una potenza superiore a 0,25kW o con un sistema propulsivo diverso da quello elettrico.
La bicicletta a motore per il codice della strada è parificata al ciclomotore quindi deve rispettarne le norme.
Lo stesso vale se è montato un motore che funziona sia a pedalata assistita che come motore autonomo.

ALCUNI LIMITI E DIFFERENZE NELL’USO

Caratteristiche

1) Bicicletta a pedalata assistita

2)Bicicletta a motore

Tipo di veicolo per il codice della strada

Velocipede

Ciclomotore

Funzionamento

Solo quando si pedala

Anche quando non si pedala

Tipo di motore

Elettrico

Elettrico o a scoppio

Casco

No

Si

Assicurazione

No

Si

Patentino

No

Si

Targa

No

Si

Certificato di circolazione

No

Si

Modalità operative e sanzioni

Se in seguito ad un controllo di polizia un veicolo risulta essere un ciclomotore, anziché un velocipede, lo sfortunato conducente può incorrere in una o più se non in tutte le seguenti infrazioni al Codice della Strada:

  • Sequestro amministrativo ai fini della confisca del veicolo per mancanza di certificato di circolazione (art. 97 commi 7 e 14 CDS, sanzione pecuniaria € 131,00);

  • sequestro amministrativo ai fini della confisca del veicolo per mancanza di copertura assicurativa (art 193 commi 1 e 2 CDS, sanzione pecuniaria € 716,00);

  • fermo amministrativo del veicolo per giorni 30 per mancanza della targa (art. 97 commi 8 e 14 CDS, sanzione pecuniaria € 65);

  • Sequestro amministrativo ai fini della confisca del veicolo se il conducente senza casco (art. 171 commi 1 – 2 – 3 CDS, sanzione pecuniaria € 68,00;

  • fermo amministrativo del veicolo per giorni 60 se il conducente è minorenne senza patentino. Dal 1° ottobre 2005 anche se conducente maggiorenne senza patentino non possessore di patente di guida (art. 116 comma 13 bis CDS, sanzione pecuniaria € 516,00)

Informarsi bene quindi su cosa stiamo per acquistare (ciclomotore o velocipede?) e di conseguenza fornirsi di tutto ciò che la vigente normativa prescrive in via obbligatoria.

37 commenti to “Differenza fra bicicletta elettrica e ciclomotore elettrico”

  1. giovan battista varoli 23 aprile 2009 at 7:47 pm Permalink

    sono interessato a conoscere il numero dei velocipedi, il numero delle bicilette a motore elettriche, il numero delle bicilette a motore a scoppio, il numero di bicilette tradizionali, il numero di ciclomotori di piccola cilindrata acquistati negli ultimi 10 anni in Italia, suddiviso per singolo anno.
    Credo sia un dato interessante per valutare la tendenza di crescita in Italia dell’utilizzo di mezzi di trasporto adue ruote sostenibile, la tendenza di flussi da una tipologia meno sostenibile ad una piu’ sostenibile (o viceversa) e le relative potenzialita’ di diffusione delle singole tipologie di mezzi.
    Grazie.

  2. findus 11 ottobre 2009 at 10:14 pm Permalink

    vorrei trovare la normativa che definisce esattamente la bicicletta,cosa la differenzia da un triciclo, se ad una bici convenzionale a 2 ruote, vengono applicate 2 ruote laterali come si usa per le bici da bambini, è sempre da considerarsi bici, o quadriciclo,ed infine può una bici essere dotata di una copertura, rigida o movibile, per ripararsi dalle intemperie?
    se potete darmi queste informazioni, o dove poterle trovare, grazie

  3. admin 11 ottobre 2009 at 10:35 pm Permalink

    Sicuramente può essere coperta, nulla lo vieta…a parte il peso e la successiva instabilità che ne deriverebbe.
    Il numero di ruote solitamente distingue i “cicli” 🙂 Le rotelline, come dice il nome, non si considerano ruote a tutti gli effetti.
    Fino ad oggi ho sempre letto della distinzione fra tricicli e quadricicli LEGGERI (la cui massa a vuoto è inferiore o pari a 350 kg, esclusa la massa delle batterie, la cui velocità massima per costruzione è inferiore o uguale a 45 km/h e la cui potenza nominale continua massima è inferiore o uguale a 4 kW) e tutti gli altri.

    Puoi trovare ulteriori info qui, ad esempio
    http://tinyurl.com/yfd7klr

  4. findus 13 giugno 2010 at 9:16 pm Permalink

    ritorniamo a considerare un triciclo; il codice ammette la pedalata assistita, non dice niente sulla copertura, ma dice anche che nelle località turistiche, i veicoli con più ruote simmetriche (richò o tricicli) ,devono essere omologati, allora, i tricicli attual-mente prodotti e non omologati,possono circolare perchè non trasportano passeggeri, o sono fuorilegge perchè hanno più ruote simme. triche?,indipendentemente se trasportano pas seggeri? i costruttori li vendono comunque, perchè non c’è piena conoscenza da parte dei vigili? grazie, sono molto interessato, perchè ho ultimato un triciclo cabinato 2 posti tan dem, vorrei capire se lo posso produrre libe ramente,senza omologazione, però ha più ruote simmetriche,come tutti(3), per cui dovrebbe essere omologato,oppure se applico un sidecar alla bici(sempre 3 ruote totali),le ruote non sono più simmetriche,quindi non c’è più bi sogno dell’omologazione?

  5. domenico 22 settembre 2010 at 6:59 pm Permalink

    Io sono in possesso di uno scooter che funziona solo ed esclusivamente con un motore elettrico di 24w 14 A. Non ha la pedalata assistita, ne motore a scoppio. A che classe viene assegnato?

  6. Antonino Riggio 19 novembre 2010 at 11:52 am Permalink

    Hò acquistato uno scooter elettrico della ZENITH PROJECT di Alcamo (TP.)Sicilia,funziona sia a pedalata assistita ed anche senza pedalata assistita(premendo una leva manualmente e supera i 25 km.orari,a detta del venditore NON NECESSITA di casco,di assicurazione,di targa,di bollo e di immatricolazione.Desidero sapere se questo mezzo è omologato per la circolazione in strada e se vado incontro a sanzione,in tal caso Le sarei grato se mi potete informare sulla normativa per richiedere la risoluzione del contratto e richiedere il rimborso dei 2.395,00 Euro pagati per l’acquisto.La ringrazio e Le invio cordiali saluti.Riggio Antonino

  7. admin 19 novembre 2010 at 9:31 pm Permalink

    Ma è l’OSCAR???
    La normativa non te la so citare, però sono quasi certo che per stare in regola quello scooter dovresti omologarlo, targarlo, mettere il casco, l’assicurazione, ecc.
    Se la pedalata assistita si può disattivare, è una certezza.

    Oltretutto, se è l’OSCAR della Zenith allora è facilissimo che la prima pattuglia che ti ferma ti chieda i documenti, in quanto esteticamente si presenta proprio come uno scooter e NON come una bici elettrica!
    Insomma… che una bici elettrica possa superare i 25 km/h e andare anche senza pedalata assistita è possibile, non è corretto, non è legale, ma possibile.
    Essere fermati dalle forze dell’ordine è quasi impossibile, ma se invece si circola con questo “coso” che si presenta come uno scooter, allora le probabilità di essere fermati crescono notevolmente!

  8. Antonino Riggio 19 gennaio 2011 at 12:10 pm Permalink

    Grazie per la risposta,comunque hò provato con lettere raccomandate di riconsegnare lo scooter elettrico OSCAR PLUS della Zenith Project di Alcamo (TP)chiedendo il rimborso della somma pagata di €.2.395,00 inquanto,come risulta in base alla legge e per quanto mi hai detto nella risposta ,che il suddetto scooter risulterebbe illegale,ma purtroppo l’azienda produttrice non ne vuole sapere ed è pronta a sfidarmi legalmente,penso proprio che dovrò andare da un avvocato per procedere giudiziariamente per riottenere il rimborso.Riggio Antonino

  9. admin 19 gennaio 2011 at 12:45 pm Permalink

    Mi raccomando tienici aggiornati, ultimamente ho pochissimo tempo da dedicare al blog, ma è importante dare visibilità a comportamenti scorretti di questo tipo.

  10. ciccio 27 gennaio 2011 at 1:02 am Permalink

    A RAGA,MA QUESTI FANNO LA PUBBLICITA’AL CENTRO COMMERCIALE IL POSEIDON DI CARINI DI QUESTI COSI, DA QUANDO E APERTO. E PRIMA LA FACEVANO AL CENTRO COMMERCIALE DI CASTELVETRANO. MA POSSIBBILE CHE SE FOSSERO ILLEGALI NESSUNO SE NE E’ MAI ACCORTO CHE QUESTI PRENDONO IN GIRO LA GENTE? IO NON VOGLIO DIRE CHE SONO DEI DISONESTI, MA VI POSSO ASSICURARE CHE AD ALCAMO NE GIRANO UN BEL PO DI QUESTI CICLI.QUINDI O SE NE FREGANO DI CONTROLLARLI OPPURE SONO IN REGOLA.TI CONSIGLIO DI FARLO VEDERE AL DIPARTIMENTO DEI TRASPORTI TERRESTRI EX MOTORIZZAZIONE CIVILE E LORO SICURAMENTE TI DARANNO LA RISPOSTA CORRETTA PRIMA DI INTRAPRENDERE UN’AZIONE LEGALE E TI FAI RILASCIARE UN DOCUMENTO DI CONFORMITA’ DEL VEICOLO CHE ATTESTA LA CATEGORIA A CUI APPARTIENE . IO LO VOLEVO ACQUISTARE MA DOPO LE VOSTRE DICHIARAZIONI E MEGLIO ASPETTARE.SE SEGUI IL MIO CONSIGLIO, CORTESEMENTE FAMMI SAPERE COSA TI RISPONDONO.

  11. Ireducs 22 settembre 2011 at 12:57 am Permalink

    Ci sono novità sull’oscar della Zenith? Da un pò a Catania ed Acireale se ne vedono sempre più in giro ed i proprietari sembrano essere soddisfatti. L’altro giorno ho incontrato un ragazzo e mi ha detto che ha questa bici-scooter da quasi un anno, percorre quasi 50km al giorno e raggiunge i 45-50km/h, il tutto senza modifiche… mai avuti problemi con la polizia…

  12. admin 29 settembre 2011 at 12:13 pm Permalink

    Antonio ci scrive, e quindi riporto:

    Il mio l’hò abbandonato in un angolo del garage,nonostante le batterie al litionon fà più di 10/15 km.e devo ricaricarlo per almeno 4 ore,Forse riesce ad avere un’autonomia di 40/50 km.solo se ci cammini in pianura,comunque ci credo poco che ci riesce ,visto il funzionamento del mio,inoltre nel mio non funziona più l’acceleratore.

    L’azienda nonostante le mie varie raccomandate neanche risponde,c’è solo da andare dall’avvocato per un’azione legale.Conosco un’altro ragazzo che lo ha comprato e dopo circa 8 mesi lo hà buttato in un angolo del garage, non funzionano più le batterie.Io non credo che solo a noi di Cefalù è andata male.
    Per me questi scooter sono delle caccamelle non funzionanti e non valgono una lira e non li consiglierei a nessuno.

  13. MARIO 28 febbraio 2012 at 3:51 pm Permalink

    ciao ho comprato questo scuter “bici elettrica” oscar della zenit proget mi hanno proposto l”aquisto dentro il centro commerciale aochan di catania dicendo che non serve bollo casco, assicurazione ecc… ho pagato per 1800E . Ora alcuni mi dicono che mi hanno truffato in quanto deve rispettare tutte le normative di un normale ciclo motore.posso richedere indietro i miei soldi perche a questo punto a me non serve di ciclo motori ne ho 2 . mi hanno dato anche un foglio da esibire alla polizia in caso di fermo dove dice che qesto “”COSO”” e una bici elettrica. cosa devo fare con qesti che mi hanno preso per il cu…o ciao e graie io vorrei avere i miei soldi e dare indietro il loro coso.

  14. Ireducs 1 marzo 2012 at 4:09 am Permalink

    Ora riesco a vedere i nuovi post…
    Ho parlato con una persona che ha questo scooter da vari anni e mi ha detto che non ha mai avuto problemi con la polizia… vedo sempre più in giro questi scooter-bici e da un pò si vede in giro anche un un altro modello più snello.
    Nella strada che collega Acicatena con Acireale (credo si chiami via Sciarelle), quasi di fronte una pompa di benzina, c’è un rivenditore di questi scooter-bici. Mi ha detto che il mezzo risulta una bici elettrica e il foglio che rilasciano attesta proprio questo…l’importante è non togliere i pedali dallo scooter….
    Ora, quello che penso è che difficilmente ti fermeranno e ti faranno problemi, ma in realtà il mezzo dovrebbe essere omologato come scooter per il semplice fatto che funzioni senza neanche bisogno di dare una spinta con i pedali. In pratica a Catania non credo ti faranno mai problemi, però sai, in fin dei conti è sempre un rischio, certo devi trovare uno che ti si inpunta e conosce bene la legislazione…cosa difficile, ma pur sempre non impossibile.
    Toglimi una curiosità: come “prestazioni” come ti sembra? Hai avuto modo di testarlo nelle salite? In quanto a Velocità-autonomia come è messo? Mi interessa perchè sono troppo curioso: ho letto troppi pareri su internet che spesso mi sono stati smentiti dalle persone che ho incontrato e dagli scooter che ho visto in giro: ad Acicatena se ne vedono ed anche a Catania (l’altro giorno uno faceva la salita del Tondo Gioeni…certo lì si è dovuto aiutare con i pedali…).
    Spero di esserti stato un pò utile.
    Ciao. 🙂

  15. Riggio Antonino 1 marzo 2012 at 10:30 am Permalink

    Il mio OSCAR PLUS della ZENITH PROJECT comprato per €.2.395,00 circa 2 anni fä e da piü di un anno e mezzo fermo in garage,l’azienda non lo viene a riparare e neanche vuole rimborsarmi i soldi dell’acquisto,anzi non risponde neanche alle raccomandate.Quei pochi giorni che ha funzionato all’inizio dell’acquisto riusciva a fare una breve salita ed alla seconda mi lasciava a piedi sia con la prima che con la seconda batteria non riesce ad avere un’autonomia per piü di 10 km.
    Questo e’quanto posso dire della mia amara esperienza.

  16. roby 13 aprile 2012 at 10:58 am Permalink

    La direttiva 2002/24/CE non si applica alle biciclette a pedalata assistita, dotate di un motore ausiliario elettrico avente potenza nominale continua massima di 0,25 kW la cui alimentazione è progressivamente ridotta e infine interrotta quando il
    veicolo raggiunge i 25 km/h o prima se il ciclista smette di pedalare.

    Se ricorre anche solo uno dei punti citati, il mezzo diviene un veicolo di categoria L, con l’obbligo dell’omologazione 2002/24/CE, immatricolazione, assicurazione, casco, etc.

    Meditate prima di comprare tali veicoli, se spacciati per biciclette a pedalata assistita: i problemi emergono in caso di incidente ed essendo privi di copertura assicurativa rischiate di rovinarvi.

    Saluti

  17. giuseppe 9 maggio 2012 at 10:54 pm Permalink

    salve a tutti approfitto per dirvi che circa 3 anni fa ho comprato un mezzo zenith oscar a pedalata assistita al prezzo di 1390.00 e devo dirvi che mi sono trovato benissimo, non capisco la gente che tipo di problemi possa avere ma mi sembra che c’è un po di esagerazione nel scrivere, riferendomi al sig riggio che ha comprato il mezzo 2395,00 io devo ammetere che ne ho comprato un’altro circa 3 mesi fa e l’ho pagato tutto completo anche di allarme 1590.00 e arrivo a monreale tutti i giorni nel vecchio ho cambiato le batterie e mi sono costate 200,00 l’unico problema è stato questo ma ho chiamato la sede e dopo una settimana sono venuti direttamente a casa sarò fortunato io? io ammetto che mitrovo benissimo compreso mia moglie,io all’inizio avevo smonto i pedali ma la polizia mi ha fermato e mi chiesto l’assicurazione ma ho citato che è un mezzo elettrico però mancavano i pedali, quindi se volete camminare traquilli non smontate mai i pedali perchè il mezzo deve essere a pedalata assistita,per come lo consegnano loro,io a palermo ne vedo sempre di più e devo ammettere che tutte queste voci che ci sono in giro che il mezzo non serve è solo colpa della concorrenza perchè non sono concorrenziali a questo prodotto. questa è la mia esperienza con il secondo oscar che compro,uno al prezzo di 1390 3 anni fa e l’altro 1590 2 mesi fa grazie

  18. admin 9 maggio 2012 at 11:28 pm Permalink

    Pubblico il commento di cui sopra solo per consigliare di leggerlo a tutti con attenzione. Sappiate che è il classico “Commento-Finto”. Chi ci sia realmente dietro non mi è dato saperlo. Ma capirete da soli da un paio di indizi che il commento non proviene da un vero cliente ma da qualcuno che tenta malamente di riequilibrare i feedback su questo Oscar.

  19. Riggio Antonino 11 maggio 2012 at 12:07 pm Permalink

    Vorrei rispondere al Sig.Giuseppe,che i miei racconti sono fatti dimostrabili
    in qualsiasi momento con esecuzioni di prove dirette sullo scooter e
    documentazione scritta,per quello che scrivo e dico,le chiacchiere rimangono
    solo chiacchiere,vorrei proprio vederlo come cammina il suo oscar nelle salite
    di Monreale e se facendo la prima salita ammesso che ci riesca,non deve subito
    andarlo a caricare per piu di 4 ore per volta.Io non lavoro per nessuna
    concorrenza,sono soltanto uno dei tanti macapitati clienti di questa azienda e
    di questo tipo di scooter .
    Comunque mi avrebbe fatto tanto piacere essere d’accordo con Lei perche’ cio’
    significherebbe che avrei il mio scooter funzionante e non parcheggiato da piu’
    di un’anno senza poterlo utilizzare,dopo aver speso tutti quei soldi.
    Antonino Riggio

  20. giuseppe 11 maggio 2012 at 3:27 pm Permalink

    a me dispiace per lei però io ci cammino tutti i giorni e poi anche la cifra e strana io il primo l’ho pagato 1390 qualche anno fa adesso ho preso il plus 1590 a rrivo a monreale e molto strana la situazione anche perchè se è cosi c’era la garanzia

  21. MARIO 29 giugno 2012 at 8:56 am Permalink

    Salve desidero chiedere se qualcuno di voi mi saprebbe dire come si fa ad omologare la bici scooter della Zenith project OCAR ed essere in regola con tutto,e soprattutto sapere i costi. Grazie

  22. guido 1 settembre 2012 at 7:04 pm Permalink

    ciao antonino io anche ho acquistato un zenith project oscar 91 e mi e stato se questrato perche in verita dicessi che sia uno scooter
    .

  23. guido 1 settembre 2012 at 7:10 pm Permalink

    ciao antonino ti rispondo si alla tua domanda , si e uno scooter
    io recandomi quest’anno a bologna ho voluto portare con me lo scooter di cui tu parlie me lo hanno sequestrato.

  24. Antonino Riggio 1 settembre 2012 at 7:56 pm Permalink

    Oggi mi e’ stato confermato da GUIDO che hà portato con se’ lo scooter e NON bicicletta a pedalata assistita “OSCAR PLUS come viene definito e venduto dalla Zenith project di Alcamo (TP) e gli è stato sequestrato a BOLOGNA.Avevo ragione io ,allora.Antonino Riggio (335-6136864)

  25. domenico 2 settembre 2012 at 10:31 am Permalink

    a raga’ ma possibile che in italia ci sia ancora tanta ignoranza?
    prima lo comprate sto “oscar”, e poi vi lamentate. ma non li leggete i commenti su questo sito? E’gia da qualche anno che scrivono che e’ una presa in giro. Invece di acquistare a occhi chiusi leggete prima di buttare i vostri soldi. Qualsiasi veicolo che supera i 25 km, a una potenza elettrica superiore ai 250 wat e va senza pedalare e’ illegale.quindi va considerato scooter e va messo in regola come uno scooter a scoppio.Anche io ci stavo cascando ma prima mi sono documentato e ho risparmiato 2950 euro che mi ci compro uno scooter a scoppio e piu bello.

  26. Riggio Antonino 2 settembre 2012 at 11:50 am Permalink

    Ma è possibile che Le autorità di polizia sequestrano questi scooter OSCAR PLUS ritenuti illegali,venduti a noi come bicilclette elettriche a pedalata assistita, mentre l’azienda fà pubblicità e vende tranquillamente senza che nessuno fà niente,perchè i fermi non si fanno alla fonte?al posto di danneggiare i singoli acquirenti caduti nella rete di questi venditori irresponsabili.

  27. guido 12 settembre 2012 at 4:06 pm Permalink

    ormai e legale la bicicletta a pedalata assistita oscar 91 e uno scooter .

  28. giusy 9 ottobre 2012 at 11:26 pm Permalink

    salve a tutti, anche io vorrei acquistare a palermo un motorino elettrico, data la mia ignoranza in materia, mi hanno detto che il modello freccia non necessita di casco e nè assicurazione in quanto ha delle certificazioni…ma a me esteticamente non fa impazzire…la somma è di 1300 euro…con ciò ho notato delle ecobike WUXING che esteticamente sono molto carine e non costano molto…però non so se necessita di bollo, assicurazione…sono confusa e non vorrei sbagliare…se qualcuno può darmi delucidazione, gliene sarei grata.
    cordialmente giusy.

  29. admin 10 ottobre 2012 at 8:11 am Permalink

    Le indicazioni nel post sono abbastanza chiare: tu vuoi una bicicletta elettrica a pedalata assistita, per non dover usare il casco omologato (consigliabile cmq usarne almeno uno da bici), e non pagare assicurazione.
    Quindi devi controllare la potenza del motore e il fatto che entri in funzione solo quando stai pedalando.

  30. luigis 20 ottobre 2012 at 10:46 am Permalink

    Salve a tutti , aggiungo alcuni commenti dell’ultima ora.a fronte di alcuni sequestri del comune di catania di queste bici a pedalata assistita il giudice di pace a dato ragione alla zenit questo è il link dell’avvocato che ha pubblicato la sentenza http://studiolegalemuscuso.wordpress.com/2012/09/17/velocipedi-a-pedalata-assistita/
    . Il comune ha fatto ricorso quindi la faccenda non è ancora conclusa
    vi riporto in calce uno stralcio del l’articolo 50 del nuovo codice della strada. fate vobis.
    Secondo l’articolo 50 del codice della strada, la questione è diversa: si può andare su un velocipede elettrico fino a 25 km/h con o senza propulsione muscolare

    Dal Codice della Strada

    Nuovo codice della strada [Approvato con D.Lgs. 30.04.1992, n. 285, G.U. 18.05.1992, n. 114, S.O. n. 74]

    Titolo 3 – Dei veicoli Capo 1 – Dei veicoli in generale

    1. I velocipedi sono i veicoli con due ruote o più ruote funzionanti a propulsione esclusivamente muscolare, per mezzo di pedali o di analoghi dispositivi, azionati dalle persone che si trovano sul veicolo; sono altresì considerati velocipedi le biciclette a pedalata assistita, dotate di un motore ausiliario elettrico avente potenza nominale continua massima di 0,25 KW la cui alimentazione è progressivamente ridotta ed infine interrotta quando il veicolo raggiunge i 25 km/h o prima se il ciclista smette di pedalare . (1)

    2. I velocipedi non possono superare 1,30 m di larghezza, 3 m di lunghezza e 2,20 m di altezza.

    —–

    (1) Il presente comma è stato così sostituito dall’art. 24, L. 03.02.2003, n. 14. Si riporta di seguito il testo previgente:

    ” 1. I velocipedi sono i veicoli con due o più ruote funzionanti a propulsione esclusivamente muscolare, per mezzo di pedali o di analoghi dispositivi, azionati dalle persone che si trovano sul veicolo. “

  31. Policeman 15 luglio 2013 at 9:14 pm Permalink

    Ragazzi l’art.196 del regolamento di attuazione del Codice della strada elenca dei requisiti per i quali basta che non ne venga rispettato uno solo per essere considerato ciclomotore

    1. Km/h 6 di velocità massima;
    2. m. 0,70 di larg. Max
    3. m.1,20 di lunghez max
    4. m.1,35 altezza max
    5. Kg. 40 di massima massa in ordine di marcia con relativi accumulatori , batterie e dispositivi di ricarica

  32. Giovanni 17 ottobre 2013 at 6:27 pm Permalink

    Ragazzi se non avete biogno di ricambi o assistenza,va tutto bene,sennò…. addio
    io parlo per esperienza della filiale di Acireale..4 mesi con la bici ferma in garage..

  33. Antonino Riggio 18 ottobre 2013 at 12:46 pm Permalink

    State attenti,io il mio l’hò svenduto perdendo il 70% del prezzo di acquisto.L’azienda non ti risponde quando hai bisogno di assistenza.

  34. Ezio 29 aprile 2015 at 10:45 am Permalink

    Qui vengono venduti a prezzi onesti cioè per quanto valgono e i tempi di attesa per la consegna sono uguali guarda caso “e che caso!”, ecco il link: http://hangpaiebike.en.made-in-china.com/product/boVxEHqYvSfn/China-Optional-Cheap-Electric-Scooter-with-Pedals-HP-E70-CE-.html#.

  35. fulvio 26 settembre 2015 at 5:07 pm Permalink

    lo scoter Zenith 91 è una bicicletta a pedalata assistita…. Il problema è la modifica che viene fatta per cui diventa un ciclomotore elettrico. Mi sono informato con i vigili urbani e ho capito che se disabiliti l’acceleratore a manubrio lo scooter diventa regolare. Insomma il motore si deve azionare SOLO quando muovi i pedali e non con dispositivi ausiliari. Io l’ho così, ed oggi sono entrato appunto, col permesso dei vigili, nella zone a traffico pedonale.

  36. peppe 4 novembre 2015 at 8:48 pm Permalink

    Scusate volevo acquistare la bici elettrica Pluto della Zenith nel sito c’è scritto Senza immatricolazione, senza Assicurazione, senza casco senza targa senza bollo. qualcuno mi può confermare se è effettivamente così?


Lascia un commento