21 settembre 2007 ~ 36 Commenti

10 domande per acquistare una bici elettrica

hybrid_bike_7.jpgAvete intenzione di comprare una bicicletta elettrica?
Bene, farete un po’ di moto e inquinerete il giusto, cioè nulla. 🙂

Ecco quindi una lista dei quesiti che è corretto porsi prima di ancora di cercare un modello di bici elettrica, risparmiando tempo chiarendosi prima le idee. Prendo largamente spunto dal forum di Jobike, ricco di interventi e molto tecnico (infatti è da sempre presente nei link di Guido Elettrico):

  1. Servirà per l’uso in città o per farci le escursioni?
  2. Che caratteristiche e lunghezza ha il percorso che prevedi?
  3. vuoi una bici ammortizzata? Il fondo stradale del tuo ipotetico percorso è dissestato, con pavè, sampietrini, o sterrato con buche?
  4. La userai anche se piove?
  5. prevedi di trasportare carichi, come la spesa o un bambino)? Hai un peso superiore alla media?
  6. vuoi una bici “a pedalata assistita“(pedelec) o che ti eviti completamente di pedalare (e-bike) e sia in grado, ad esempio, di partire in salita?
  7. vuoi una bici veloce o una bici potente (appunto per pesi, salite, ecc.)
  8. vuoi una bici leggera, ben “pedalabile” a motore spento, o pensi di usarla sempre con l’assistenza?
  9. l’assistenza è importante o pensi che potrai e vorrai metterci le mani tu, per le varie manutenzioni e/o sostituzioni di parti?
  10. budget da destinare all’acquisto?

36 commenti to “10 domande per acquistare una bici elettrica”

  1. Aldo 29 settembre 2007 at 9:11 am Permalink

    Gosh! E le risposte?

  2. ROssana 11 ottobre 2007 at 10:36 pm Permalink

    Salve,
    voglio acquistare una bici elettrica per la città.Vivo a ROma ed i 7 colli si sentono!!!!quindi mi occorre una bici anche per i punti in salita,anche quando piove.
    un consiglio per la manutenzione e “pratico” per guidarla non solo sulle piste ciclabili (ormai sono pericolose anche quelle)ma sulla sede carrabile.Da automobilista e motociclista spesso NON vedo i ciclisti anche per il loro abbigliamento (scuro)che non stacca…grazie R.Girasole

  3. admin 11 ottobre 2007 at 11:31 pm Permalink

    Sinceramente, conoscendo Roma, ti sconsiglio la bici elettrica, a meno di non muoverti SOLO al centro…cioè al centro dei 7 colli. 🙂
    E comunque solo per un breve tragitto, il traffico di Roma è troppo intenso, convulso, ci sono troppe buche spesso anche sanpietrini.
    Il tutto con scooter e moto di tutte le cilindrate che sfrecciano, s’incrociano, impennano.
    Aspetterei uno scooter elettrico per potermi muovere con lo stesso “passo” del resto del traffico e inquinare poco. E’ un dolore dirlo, ma la bici, elettrica e non, a Roma la ritengo troppo pericolosa. Già a Milano è un altro discorso, non solo per salite e discese, ma anche perchè il traffico è più tranquillo e ordinato.
    Per le salite romane, oltretutto, dovresti prendere una bici potente, probabilmente supererebbe i limiti per poterla portare senza casco, targa, ecc e ti costrebbe come uno scooter 150 cc. …

  4. job 12 ottobre 2007 at 6:32 pm Permalink

    Se volete capirci qualcosa di più sulle biciclette elettriche, vi consiglio di fare visita al Forum Indipendente sulle bici elettriche http://www.jobike.it/forum. Si puo’ scoprire ad esempio che a Roma circolano già molti elettrociclisti soddisfatti della loro scelta.

  5. nicolettarchitetta 9 novembre 2007 at 12:37 pm Permalink

    secondo me a roma si va bene in bici, dipende ovviamente dalla zona e dalle distanze percorse.
    io personalmente mi muovo tra piazza bologna, san lorenzo, pigneto e prati e vado benissimo, porto con me anche due bimbe! una davanti e una dietro….

  6. carlo 25 marzo 2008 at 12:21 pm Permalink

    Anche io non sono d’accordo sul fatto che a Roma sia sconsigliabile una bici elettrica. Aggiungo anzi che secondo me per una larga parte di utenti della strada sarebbe la soluzione migliore.Non inquina, non fa rumore, in salita non si fatica e per un tragitto fino 7-8Km spesso è indubbiamente anche il mezzo più veloce considerando nel tempo totale anche quello necessario per la ricerca del parcheggio. Tra l’altro si possono trovare una miriade di percorsi alternativi che a un normale automobilista ormai non vengono neanche in mente in quanto non praticabili alle auto e che invece spesso sono più brevi, piacevoli e meno inquinati (ad. es. attraversando Villa Borghese invece delle congestionate vie che la circondano).

  7. adriano 21 aprile 2009 at 8:28 pm Permalink

    io non conosco Roma ma secondo me la bici elettrica presto invaderà le nostre strade…il mercato è in fortissime espansione così io e un altra persona abbiamo deciso di buttarci dentro. Da un mesetto abbiamo fatto una società e vendiamo e noleggiamo bici elettriche, anzi noi abbiamo pensato di noleggiare le bici complete di tutto (bari-brindisi-bologna-ravenna) e vendere i kit per coloro che non vogliono spendere tanto (oggi giorno i prezzi sono altini per la bici elettrica nuova ci vogliono 1000euro ed è buona)..dicevo i kit che uno può installare a casa sostiuendo la ruota della propria bici con la nostra. Per il costo che ha (185) a sentire nei forum in giro è buona per cui se uno non ha grosse esigenze e ha un minimo di praticità con chiavi inglesi secondo me è la soluzione ideale. Ovviamente mi son fatto pubblicità! 😀
    w la bici elettrica…e tra non molto ci saranno anche l’invasione degli scooter elettrici e magari tra qualche anno andremo volando in giro…speriamo che finisca quest’era petrolifera!

  8. Roberto 29 aprile 2009 at 2:48 pm Permalink

    Adriano non è una gran pubblicità se non metti alcun riferimento!
    Io cmq sono interessato all’acquisto di una bici od anche ad un kit (ma ho una mountain bike va bene lo stesso?). Devo farne un uso moderato ma sopratutto in salita (circa 7/8 km con pendenze dal 3 al 10%. Chiunque ha suggerimenti utili … grazie

  9. admin 29 aprile 2009 at 4:09 pm Permalink

    Adriano aveva messo i riferimenti…ma appunto trattasi di pubblicità, e per quella ci sono link e banner nel sito. 😉
    Il commento però l’ho lasciato.

  10. simona da roma 1 maggio 2009 at 11:22 am Permalink

    salve, mi potete consigliare qualche modello? serve al mio fidanzato che pesa 130 kg e che deve andare da via latina a piazza venezia,
    grazie

  11. simona da roma 1 maggio 2009 at 11:23 am Permalink

    inoltre potreste indicarmi i negozi che applicano i contributi statali/regionali/comunali , se esistono ancora, per le bici elettriche? grazie

  12. admin 7 maggio 2009 at 10:17 am Permalink

    Il peso NON è indifferente, conta molto…comunque ti posso indirizzare a quest’altro articolo, anche se chiaramente non è esaustivo dei modelli in commercio, almeno fornisce alcune indicazioni con le quali orientarsi: http://www.guidoelettrico.com/moto-bici-e-2-ruote/370/le-15-migliori-biciclette-elettriche-extraenergycom/

  13. Guido 7 maggio 2009 at 11:59 am Permalink

    ciao a tutti,
    premetto che sono un ciclista diciamo di ”medio” livello e che oltre ad usare la bici per sport, ci vado anche per Roma come mezzo di trasporto e volevo dire due parole sulla fattibilità effettiva di andare in bici per la città, premettendo anche che io abito a Mostacciano e che ad esempio solo per andare al centro e tornare i 30km sono tranquillamente superati.
    Secondo me se la si usa a 360°, cioè per Tutta la città(entro il raccordo anulare), non solo per il centro, le aree pedonali o solo per un determinato quartiere, bisogna tener presente alcune cose Fondamentali: la prima in assoluto è la capacità di poter raggiungere anche per alcuni secondi velocità di 45-50km/h in pianura. La seconda, anche se va un po contro la mia concezione di bici, è di avere una bici biammortizzata anche se si perde molta spinta per la dispersione di potenza e per il peso superiore, ma la sicurezza e il comfort sul manto stradale romano che è in condizioni pietose viene prima di tutto. Ora per un qualsiasi ciclista allenato non c’è nessunissimo problema nel farsi 30-40km per la città a 28-30 di media, anche perchè ci sono delle tecniche e degli accorgimenti che si possono tranquillamente trasferire dalla bici da corsa a quella da città, e parlo ovviamente di bici solo muscolari, ma per chi non è allenato, per chi magari è un po anziano o per qualsiasi altro motivo, la bici elettrica puo essere la soluzione e l’alternativa agli scooter. Secondo me poi un’altro ostacolo che molti anno nel prendere la bici è anche una questione psicologica nel pensare che ad esempio 5 o 6km siano una distanza stellare e che senza motore sia impensabile. Comunque lo so che per legge le bici elettriche possono andare solo a 25Km/h, ma è anche vero che per la stessa legge le macchine dovrebbero andare a 50 e i ciclomotori a 45. Quindi per assurdo se tutti rispettassero i limiti, non ci sarebbe bisogno neanche delle piste ciclabili…. Per cui, se vi fate una bici elettrica, fate in modo che possa raggiungere le suddette velocità,(lo so che è sbagliato consigliare una cosa contro legge….) ma per esperienza vi posso dire che per Roma il ciclista è Invisibile!! soprattutto agli incroci, nelle rotonde, sulle strade un po più scorrevoli tipo Ostiense o Colombo, sotto i ponti del lungo tevere (dove se pure con il motorino non vai ad almeno 80km/h ti risucchiano!)e mi fermo qui altrimenti continuerei a scrivere fino a dopodomani.
    Poi comunque ovviamente quando il traffico è fermo sfruttando aree pedonali, marciapiedi, corsie preferenziali, pezzi di ciclabile ecc sei più veloce pure dei motorini 🙂

  14. Adriano 28 maggio 2009 at 11:49 am Permalink

    ciao roberto…scusa il ritardo…se ancora ti interessa ti lascio la nostra mail [email protected] ciao ciao!

  15. Carlo 6 luglio 2009 at 6:09 pm Permalink

    Salve a tutti,
    ieri hanno rubato il motorino a mia moglie, nonostante la veneranda eta` di 10 anni ed euro 0….. vabbe`, tralascio i commenti! Mia moglie per lavoro fa circa 6-7 km al giorno (a/r) e quindi avrei intenzione di suggerirgli la bici elettrica: sapete consigliarmene qualcuna? le italiane sono affidabili o e` meglio puntare su germania e Svizzera? Grazie

  16. Claudi 7 luglio 2009 at 6:20 pm Permalink

    Avrei intenzione anche di comprare una bici elettrica, mi interesserebbe quella nella fot, è possibile sapere dove è reperibile e le caratteristiche, grazie.

  17. admin 11 luglio 2009 at 9:38 pm Permalink

    Non so neanche se è più in produzione…sinceramente il post è vecchiotto quindi non ricordo proprio neanche la marca.
    Ma forse qualche altro lettore potrebbe darti qualche suggerimento, non si sa mai. 🙂

  18. michele 26 febbraio 2010 at 11:29 am Permalink

    salve volevo chiedere cosa devo fare per poter ottenere incentivi per la bici eletricca con pedalata assistita.il rivenditore mi ha detto di andare chiedere al mio comune,invece comune mi ha detto che loro non lo fanno sto tipo di incentivo.dove devo iniziare volevo prendere la bici in centro commerciale di auchan di bussolengo ed io abito a garda.mi potete dare una mano come posso fare? grazie mille

  19. Nicola 20 aprile 2010 at 4:35 pm Permalink

    Buongiorno, ho risposto alle 10 domande che possono aiutare nella scelta della bici elettrica.
    Vi ringrazio se potete indirizzarmi sul modello che fa maggiormente al caso mio.

    Nicola

    1-Servirà per l’uso in città o per farci le escursioni?
    CITTA’
    2-Che caratteristiche e lunghezza ha il percorso che prevedi?
    IL MIO PERCORSO STANDARD E’ DI 5 KM. ANDATA + 5 KM. RITORNO
    3-vuoi una bici ammortizzata? Il fondo stradale del tuo ipotetico percorso è dissestato, con pavè, sampietrini, o sterrato con buche?
    VA BENE ANCHE NON AMMORTIZZATA, IL FONDO STRADALE E’ PREVALENTEMENTE ASFALTATO.
    4-La userai anche se piove?
    SI
    5-prevedi di trasportare carichi, come la spesa o un bambino)? Hai un peso superiore alla media?
    IL MIO PESO è DI 70 KG. POTREI TRASPORTARE LA SPESA.
    6-vuoi una bici “a pedalata assistita“(pedelec) o che ti eviti completamente di pedalare (e-bike) e sia in grado, ad esempio, di partire in salita?
    ASSISTITA, MA CHE MI DIA LA POSSIBILITA’ DI FARE TRATTI IN SALITA SENZA AFFATICARMI
    7-vuoi una bici veloce o una bici potente (appunto per pesi, salite, ecc.)
    POTENTE, PER SALITE
    8-vuoi una bici leggera, ben “pedalabile” a motore spento, o pensi di usarla sempre con l’assistenza?
    BEN PEDALABILE ANCHE A MOTORE SPENTO
    9-l’assistenza è importante o pensi che potrai e vorrai metterci le mani tu, per le varie manutenzioni e/o sostituzioni di parti?
    L’ASSISTENZA E’ ABBASTANZA IMPORTANTE , MA VORREI UN MEZZO AFFIDABILE CHE SE BEN TENUTO NON MI DIA PROBLEMI E NON RICHIEDA ASSISTENZA.
    10-budget da destinare all’acquisto?
    PREFERIBILMENTE NON OLTRE I 500 EURO

  20. sabrina 31 agosto 2010 at 3:14 pm Permalink

    sono disperata!
    sono in sovrappeso, ho una bimba di 4 anni e vorrei fare movimento…ma il tempo non me lo consente.
    Avrei pensato alla BICI, unendo l’utile al dilettevole!
    Accompagno la bimba all’asilo, non faccio file e vado a lavoro!
    ottima idea…(sembra)…se non abitassi in una zona dove devo percorrere una strada con pendenza 70% per circa 300 mt.
    Esistono bici elettriche che riescono a percorrere queste pendenze con un peso, io, la bimba e la spesa di circa 90 kili?
    help me please….

  21. admin 31 agosto 2010 at 9:03 pm Permalink

    70%??? Sei sicura? Perchè mi sembra veramente una pendenza assurda… forse è 30%?

  22. Alessandro 18 settembre 2010 at 4:48 pm Permalink

    Sto girando per Firenze da una settimana con la bici elettrica per percorsi A/R di circa 7 Km e la trovo imbattibile. Anzi sto pensando di costruirmi un’auto elettrica di piccolo taglio con i motori nei mozzi delle ruote posteriori. Solo non so quali sono le regole per non “sforare” in una classe di veicolo soggetto ad omologazione e imbattermi in qualche guaio. Qualcuno ha idea di dove reperire informazioni di tipo legale sull’argomento ?
    saluti

  23. Nicola 6 dicembre 2010 at 3:19 pm Permalink

    Buongiorno. Vorrei sapere se esiste attualmente un prodotto con le caratteristiche che espongo.
    Abitando a 1500 metri (pendenza media 9%, tratto centrale 250 metri al 14%)dal più vicino centro, a sua volta distante 5 km (pianeggianti) dalla città la necessità sarebbe quella di fare sempre i primi 1.5 con la bici (salvo maltempo, è chiaro), eventualmente anche con un leggero peso (un po’ di spesa) senza morire al ritorno sulle pendenze del 14% (e senza sfracellarsi in discesa), e saltuariamente di andare al lavoro percorrendo gli ulteriori 5 km pianeggianti per lo più in ciclabile, anche in questo caso alle volte con una borsa.
    Grazie

  24. VICTOR DA PISA 12 aprile 2011 at 3:10 pm Permalink

    VORREI ACQUISTARE UN E-SOLEX PININFARINA , QUALCUNO SA DOVE POTREI RIVOLGERMI IN TOSCANA ??? GRAZIE X LA COLLABORAZIONE…………..

  25. sergio 19 maggio 2011 at 2:55 pm Permalink

    voglio acquistare una bici elettrica, mi sapete dire quali caratteristiche deve avere una buona bici? grazie

  26. giulio 21 luglio 2011 at 11:05 pm Permalink

    quindi mi sembra di capire che volendo farsi una gita di una giornata pedalando “assistiti” sul piano per un centinaio di km. è meglio scordarselo?!!!

  27. Dino 1 agosto 2011 at 7:59 pm Permalink

    Ciao Ragazzi… Io ho appena acquistato la mia prima bicicletta elettrica… e devo dire che mi trovo veramente molto bene…
    In negozio me l’hanno venduta come Frog Bike… ma cercando bene su internet alla fine ho visto che di fato si tratta di una MI GI Maya plus.. Che devo dire.. l’ho testata e non posso che esserne pienamente soddisfatto… Ha un motore da 250W elettrico nel mozzo della ruota anteriore ed è spinta da un pacco batterie agli Ioni di Litio a 36v e viaggia a tre velocità una bassa per il passegio, una media per i centri pedonali ed una masima per le piste ciclabili e le strade extraurbane… Il primo test che ho fatto ovviamente è quello della velocità e pertanto con la modica cifra di 15 euro ho fatto montare subito un contachilometri digitale.
    Le velocità variano ovviamente anche se di poco in base alla carica della batteria.. La casa costruttrice dichiara una velocità massima di 25 km orari a norma di legge.. Io però ho rilevato le seguenti velocità:

    A piena carica di batteria:
    Velocita Bassa 18Km/h, Velocità Media 22Km/h, Velocità Massima 28Km/h

    A 3/4 di carica: 17, 20, 26

    a mezza Carica: 16, 20, 25

    quasi al termine della carica 16, 18, 22

    L’autonomia è di 50Km a velocità massima e pertanto, se la si usa con parsimonia anche con velocità più basse e soprattutto senza forzarla molto nelle salite io penso che può raggiungere anche i 60km con una carica di batteria… Devo dire che a parte le salite di una certa pendenza che la fano faticare un pochino, tanto da dover aiutare il motore anche con l’olio di gambe e pedali per il resto è veramente una bombetta.. Il tragitto ideale ovviamente è quello cittadino ed io l’ho testata ad esempio nel traffico di Milano e devo dire che effetivamente offre molti vantaggi…
    -Innanzi tutto non hai problemi di movimento e traiettorie e pertanto, anche se non si potrebbe puoi accorciare i tragitti e guadagnare tempo
    sfruttando i passaggi pedonali e i marciapiedi oppure, in mancanza di piste ciclabili e grani ingorghi.. ti puoi infilare comunque sulle corsie preferenziali dgli autobus e lasciare tutti alle spalle.

    – Poi non dimentichiamo la facilità di parcheggio che ti fa risparmiare ulteriore tempo e stress..

    – ci sono ovviamente anche i vantaggi economici in quanto 50km con la bici elettrica costano nulla mentre con un automobile nel traffico di Milano.. anche fosse diesel costa eccome.

    – Altro vantaggio è l’assenza di spese assicurative e bollo.. senza contare che non c’è nemmeno l’obbligo di usare il casco…. e posso garantire che una bici elettrica in città a 25/28 km orari va più che bene e talvolta sembra pure che vada pure troppo veloce per quello che serve….

    – La ciliegina della torta invece consiste nel fatto che con la bici elettrica puoi andare ovunque .. anche in mezzo a Piazza del Duomo e nelle zone pedonali vietate al traffico.. e pertanto se devo attraversare la città da un capo all’altro posso farlo tranquillamente tagliando il centro storico ed evitando le circonvallazioni percui i tempi di percorrenza rispetto ad una vettura anche a strade vuote si accorciano drasticamente…

    Ragazzi.. che devo dire.. sono veramente soddisfatto.. senza contare che durante le vacanze non devo fare altro che caricarla sul camper senza fatica grazie al peso non eccessivo dovuto al fatto che il telaio è in alluminio..
    Il costo poi di 1200 euro non è nemmeno troppo eccessivo considerando
    che ci sono biciclette da corsa non elettriche che possono costare anche 14000 euri e poi con quello che si risparmia di carburante usandola spesso e tenendo pertanto l’auto in garage… la spesa si ripaga in breve tempo…

  28. manolo 17 maggio 2012 at 10:10 pm Permalink

    Ciao a tutti,da qualche settimana ho scoperto il magnifico mondo delle ebike, ho provato un solo modello, neanche tanto performante ma mi è bastato per farmi prendere in considerazione il fatto di sostituire la moto 600 con cui vado a lavoro tutti i giorni proprio con un ebike, calcolando che percorro 20km spaccati al giorno su strada, senza neanche l’ombra di salite.Avete qualche consiglio sul modello migliore qualità prezzo? grazie:-)
    manolo

  29. Mauro 1 luglio 2012 at 12:10 pm Permalink

    Salve a tutti, anche io penso che ormai sia ora di cambiae mododi pensare, e che la soluzione per piccole grandi città sia la bicicletta elettrica.Spesso mi capita di vedere molti lavoratori stranieri dalle mie parti, e un pò per disagio economico, un pò perchè sono abituati, sia di inverno che d’estate li vedi andare al lavoro in bicicletta…naturalmente fanno lavori faticosi non di ufficio, ma quando finiscono di lavorare li vedi uniti di rientro a casa tutti insieme, per poi salutarsi magari a quache crocevia.La cosa mi ha fatto riflettere tanto da convincermi a costruirmi una bici eletrica, e devo dirvi che non è un operazione da ingegneri, tanto che ormai i kit li vendono pronti da montare, in modo veramente veloce…per chi volesse vada pure su youtube per vedere i video sul montaggio. Naturalmente se tutti avessimo una bici elettrica inquineremmo di meno facendo un po di sport tutti i giorni, ma soprattutto non spenderemmo nulla per carburanti e costi vari dell’auto, che oggi come oggi sta divenendo un lusso che in pochi possono permettersi, e forse iniziando a lasciare le auto a casa, chissà se inizieremmo a convincere i produttori ad abbassare un po i costi ed a relaizzare auto ad inquinamento zero.
    ciao a tutti e buone passeggiate.

  30. davide 22 settembre 2012 at 4:15 pm Permalink

    Salve ragazzi mi dovrei comprare una bicicletta elettrica ma no so dove posso trovare un negozio grande mi potresti aiutare grazie

  31. Donato Grieco 26 ottobre 2012 at 8:09 pm Permalink

    ho l’età di 73 anni vivo a Lustra un paesino in collina a 20 km da Agropoli ( SA ) pertanto, la mia percorrenza è di km.20 da Agropoli a Lustra e devo superare una pendenza di 500 m. sul livello mare.

    -La vostra bicicletta con motore elettrico può superare tale dislivello!?
    -anche se funziona con il motore la bici ha i pedali per funzionare come bici senza motore!?
    -la Vostra bici è soggetta per legge a pagare la tassa di bollo di circolazione e l’assicurazione!?
    -nell’eventualità che fossi interessato all’acquisto e per vederla ed eventualmente provarla, a chi mi devo ..rivolgere!?

    grazie

  32. admin 1 novembre 2012 at 11:15 am Permalink

    “la vostra bicicletta”… io non vendo alcuna bicicletta, mi dispiace, deve cercare in un negozio di zona o direttamente online.

  33. angelo 22 marzo 2013 at 6:03 pm Permalink

    ho bisogno di una bici elettrica per percorrere, almeno d’estate, 25 km, la maggioranza extraurbani (+ ritorno naturalmente!); c’è anche della salita, quindi la vorrei piuttosto potente e magari anche discretamente confortevole come posizione di guida e possibilmente col portapacchi: chiedo troppo?

    Angelo

  34. Mauro 23 marzo 2013 at 10:17 pm Permalink

    Ciao Angelo,
    io vivo a Pomezia, in provincia di Roma, e ti posso dire che qui di dislivelli ce ne sono parecchi.
    personalmente ho risolto il problema con un motore da 500w montato su ruota posteriore.
    La batteria è da 10 Ampere life-po, e ti garantisco che si arrampica per le salite come una jeep!!!

    Autonomia 80 Km
    velocità massima 40 km/h

    Consiglio di posizionare la batteria sotto la canna per sfruttare il portapacchi posterioreper siggiolino, ed anche perchè in tal modo il peso viene distribuito.
    per info e foto mandami pure una mail [email protected] sarò lieto di inviarti qualche foto delamia bici.
    Ciao

  35. Riccardo 8 settembre 2013 at 7:33 pm Permalink

    Gentile mauro

    la tua bici è completamente illegale e se beccato dalle forze dell’ordine rischi una multa salatissima. La potenza max del motore per legge deve essere inferiore ai 250W e la bici non può sviluppare più di 25Km/h in condizioni di pedalata assistita, superata questa soglia il motore si deve disinserire. purtroppo la legge è questa, fate attenzione a quel che fate!!

  36. mauro 9 settembre 2013 at 4:47 pm Permalink

    Ciao Riccardo,
    grazie per l’info, anche se prima di costruirla mi sono documentato sulle norme giuridiche vigenti che regolarizzano le bici elettriche, ma io la uso off road, per cui il problema non si pone…il mio voleva solo essere un esempio per far capire agli utenti che non si devono spendere 2000 euro per una super bici, ne bastano 800 con bici compresa per ottenere lo stesso…anzi miglior risultato….


Lascia un commento