X

BEC: auto con motore da moto. Dalle piccole F1 alle 3 ruote

Le Bike Engined Cars sono auto che montano motore, cambio sequenziale e trasmissione da moto, cioè derivati da una moto prodotta e venduta al pubblico. Esistono chiaramente anche delle KIT CAR che prevedono l’utilizzo di questi motori, ad esempio la V-Storm con motore Aprilia RSV 1000, di cui ho scritto nel post dedicato alle 5 kit car inglesi che reputo più interessanti.
Perchè interessano questo tipo di veicoli? Sono pensati per ospitare un motore a combustione, però sono spesso anche i modelli più leggeri (max 400 kg, spesso monoposto, e quindi i più adatti ad essere elettrificati (infatti gli organi derivati dalle moto sono stati progettati per carichi limitati al peso della moto e a 2 persone come passeggeri. Hanno chiaramente una certa tolleranza, ma una cosa è spostare 500 kg e una spostarne 1000!).

Ad esempio la bellissima SR1 (Street R1) che vendete in foto ha un costo di circa 9.000€ + IVA, con i quali si acquistano i 3 kit di montaggio fondamentali e ai quali vanno comunque aggiunti quelli necessari ad acquistare le “donor parts”, cioè i pezzi mancanti al kit, provenienti sia da automobili che dalla Yamaha R1.
PArliamo però di una delle TOP BEC in circolazione, la monoposto di punta della Road Runner Racing!
Esistono infatti anche delle Bike Engined Cars a 3 ruote o a 4 ruote dal costo di base molto più contenuto, come ad esempio la MEV Atomic che viene venduta a 4500 sterline + Iva, ai quali vanno aggiunti i fari e le luci per l’utilizzo stradale, cerchi e gomme ed eventualmente cambio e motore di una Yamaha R1. I motori più usati infatti sono sempre quelli con il maggior numero di cavalli e nello stesso tempo molto diffusi, come quello dell’Hayabusa e della R1, della Honda Fireblade, dell’Aprilia RSV 1000 (il bicilindrico), della Kawasaki ZZX

L’importante è, come sempre nel caso di una kit car, acquistare kit che prevedano l’utilizzo di parti meccaniche provenienti da auto diffuse nel nostro paese. Questo per 3 principali motivi:

  1. non impazzire nel reperimento dei pezzi
  2. trovare parti a prezzi molto contenuti negli sfasci e su Ebay
  3. eventualmente potersi rivolgersi a un meccanico foduciosi che possa sapere dove mettere le mani

E come fare per la retromarcia? Son veicoli leggeri… quindi se ne potrebbe anche fare a meno, nel caso dell’elettrificazione non c’è problema, mentre con un’auto con motore endotermico si può acquistare un pezzo “fattoapposta” oppure montare un piccolo motorino elettrico con la sua batteria così da bypassare il problema del cambio da moto, che non ha chiaramente la retromarcia.

GuidoElettrico: Guido Elettrico è un uomo qualsiasi, che però vive in una grande città e crede che ci stiamo avvicinando sempre più alla crisi del petrolio e delle fonti energetiche fossili in generale. Ma soprattutto che la mobilità urbana, e non solo, vada ripensata partendo quindi dai veicoli ibridi o completamente elettrici.

Questo sito utilizza i cookies