13 gennaio 2010 ~ 4 Commenti

Biciclette “a pedalata sostituita” (in Italia sono Ciclomotori)

Giusto scrivere qualcosa anche su questa “categoria” di veicoli che da noi praticamente NON ha mercato.
Infatti mentre le bici “a pedalata assistita (cosiddette PEDELEC) sono vendute, godono anche di alcuni incentivi statali e continuamente nuovi modelli arrivano nei negozi un po’ da tutto il mondo, le bici “a pedalata sostituita” sono considerate ciclomotori…con le relative restrizioni, costi e problematiche da affrontare.

Però qualcuno potrebbe decidere di comprare una di queste bici e

  • fare le necessarie modifiche e superare la trafila burocratica per omologarla come ciclomotore
  • fare alcune modifiche e, se fermato, sperare che le forze dell’ordine non approfondiscano
  • non fare le modifiche e sperare, come spesso capita purtroppo in Italia, che a nessuno venga in mente di fermarlo e controllare i documenti…

Posto alcuni modelli, a titolo esemplificativo e non esaustivo, chiaramente.

eGO Cycle 2 (Classic e LX)
Al costo di circa 2000$ sfiora i 40 km/h e, andando però a velocità media inferiore, ha un’autonomia dichiarata di 40 km.
In alcune versioni questo ciclomotore elettrico è dotato anche di luci, frecce e specchietto, così da rispettare le normative di alcuni paesi europei.

Bella? No, proprio bella non si può dire…

Elite MTBAl costo di circa 3000$, è disponibile invece una delle mountain bike belle e performanti della E+ Electricbikes, che sforna a buon ritmo modelli veramente interessanti, nei contenuti ma anche nel look.

Costose… hanno però ben 1000 watt di potenza per 85 Nm di coppia, che gli permettono di superare i 50 km/h, contro ad esempio i 200-250 watt delle bici a pedalata assistita che si trovano abitualmente in commercio in Italia.

Bicicletta RYOS, full-suspended mountain bikeRayos (conosciuta anche ElecTrec) propone una bicicletta tipo mountain bike, con sospensioni anteriori (107 mm l’escursione) e posteriori (full suspended), motore brushless da 600 watt, cambio Shimano a 8 marce e un prezzo molto interessante, inferiore ai 1200$!

4 commenti to “Biciclette “a pedalata sostituita” (in Italia sono Ciclomotori)”

  1. guagnelz 15 gennaio 2010 at 11:21 am Permalink

    Interessante, mi sono informato su come modificare la mia bici per mettere un motore e vorrei che fosse performante ma anche in regola. Qual’è la “superare la trafila burocratica per omologarla come ciclomotore”?
    E’ molto onerosa questa “trafila” in termini finanziari? (omettendo i costi poi di gestione che pagherei volentieri come bollo,assicurazione,ecc..)
    Grazie mille

  2. admin 15 gennaio 2010 at 3:27 pm Permalink

    In Italia so che sia per le auto che per le 2 ruote in generale è tutto molto complicato, lungo e costoso, tanto che in molti rinunciano e acquistano direttamente un mezzo usato ma già omologato magari in Germania.
    Perchè non si tratterebbe in effetti di semplici omologazione, ma nel tuo caso parliamo di “esemplare unico”, e ci vogliono le prove di collaudo imposte dalle normative di riferimento.
    Puoi approfondire tramite il TUV (www.tuv.it) e la motorizzazione civile, non conosco i costi.

  3. andrea c. 15 gennaio 2010 at 4:49 pm Permalink

    Molti modificano la loro bicicletta elettrica interpretando allegramente i limiti di legge (250W e 25km/h) e senza darlo troppo a vedere.
    E’ estremamente raro che venga contestata tale irregolarità.
    In rete c’è un ottimo forum, “google it”.

  4. admin 15 gennaio 2010 at 5:28 pm Permalink

    Applauso al sempre ottimo Andrea, che super-corretto non scrive neanche il nome del forum, ma credo sia proprio quello che compare nel mio blogroll. 😉


Lascia un commento