Scooter Piaggio MP3 ibrido (Hybrid) presentato a Palazzo Chigi

mp3 piaggio hybridE’ stato presentato a Roma il nuovissimo modello di scooter ibrido benzina-elettrico della Piaggio, l’MP3 Hybrid (Piaggio Mp3 ibrido).

Sono ormai un paio di anni che se ne parlava, qualcuno ipotizzava che non lo avremmo mai visto in strada o in vendita, e invece eccolo qui, un coraggioso ma concreto passo avanti nel campo delle 2 ruote a ridotto impatto ambientale…anzi possiamo anche dire a ZERO EMISSIONI, perchè questo scooter, volendo, può essere ricaricato alla normale presa elettrica, è quindi plug-in (in 3 ore le batterie al Litio sono cariche).
Può quindi funzionare in 3 modalità: solo elettrico, solo benzina o appunto ibrido, dove da il meglio in fatto di prestazioni, riducendo nettamente però anche i consumi e le emissioni di Co2 rispetto alla modalità a benzina. Addirittura si parla di minimi di consumo sotto i 60 km/l!

Questo mp3 ibrido usa un sistema ibrido di tipo parallelo, con la ruota motrice collegabile sia al motore termico, un 125 cc da 11 kW/15 cv e 12 Nm di coppia massima, sia al motore elettrico da 2,5 kW/3,4 cv e 15 Nm (si trova nel mozzo posteriore). Si può quindi guidare con la patente B e, grazie proprio al propulsore elettrico, nella modalità che offre le prestazioni più elevate, la ripresa è paragonabile a quella della motorizzazione 250. Un buon risultato quindi. 🙂

Tanto per cambiare…sul sito della Piaggio dedicato all’MP3 non si parla…o meglio scrive nulla in merito all’MP3 ibrido, speriamo di vedere pubblicato qualcosa nei prossimi giorni.
L’autonomia in modalità solo elettrica è di 20 km, con 30 km/h come velocità massima stabilità elettronicamente dalla Piaggio, parliamo della modalità che sfrutta quindi la possibilità reale dell’Mp3 ibrido di NON inquinare e consumare benzina, diventando un “mp3 elettrico, ricaricando tutti i giorni dalla presa elettrica domestica le batterie al litio. 🙂

sottosella mp3, spazio AZZERATOEsteticamente è praticamente identico, se non per qualche scrittina, ad un Mp3 normale…tutto si nasconde sotto la carrozzeria e DENTRO il portabagagli, nel sottosella, che di fatto perde il 100% della sua capienza…insomma per riporre il casco diventa necessario montare anche un bel bauletto posteriore…direi che ne vale la pena, la spesa poi la ammortizzeremo in pochi mesi di utilizzo.

Unica nota dolente, a mio modesto parere, è il prezzo…circa 9.000 euro che obiettivamente sono veramente TANTI…e costringerebbero molti a richiedere un prestito per dipendenti, ad esempio.
Soprattutto in un settore dominato dallo Yamaha T-Maxx sembrano ancora di più in ottica di possibili numeri di vendita (piace tantissimo, lo dice il mercato, ma sempre in molti non possono acquistare proprio per il prezzo elevato…a meno di pagare scomode rate mensili per un finanziamento) e questo scooter ibrido, anche se originalissimo e con importanti carte a suo favore, si va proprio a piazzare sullo stesso range di prezzo…

UPDATE: online è comparsa la PROVA su strada.

8 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.