10 marzo 2010 ~ 11 Commenti

ParkZone Mustang P-51, il micro aereo “warbird”

Ogni tanto bisogna concedersi il lusso di comprare qualcosa che gli altri sconsigliano? Assolutamente si. 🙂
9 volte su 10 non va fatto, ma ogni tanto bisogna provare a seguire il proprio istinto!
Per questo ho deciso di ordinare il ParkZone ultra-micro Mustang P-51 in versione RTF, cioè pronto al volo, dotato di 4 canali con radio spektrum 2.4GHz DSM2, batteria lipo 120 mha, caricabatterie veloce “da viaggio”. Un’offerta speciale mi ha fatto planare sulla carta di credito. 🙂

Un piccolo aereo radiocomandato che NON fa parte della lista degli aerei RC per principianti di cui scrissi anni fa, che NON ha solo 3 canali, quelli consigliati a chi inizia a volare.
Però è MOLTO più bello (qui il VERO p-51 da guerra) piccolo e quindi portatile e “volabile” in spazi più piccoli. Imparerò a volare bene con questo piccolo aereo? Lo spero, perchè è il mio PRIMO aereo radiocomandato!

Nei forum di tutto il mondo parlano benissimo di questo piccolo “warbird” dell’americana ParkZone, diversi sono i principianti che lo hanno acquistato come me rapiti dalla bellezza e dai voli che permette di fare (vedere video in basso!), e che si son trovati bene da subito. Sicuramente padroneggiarne le evoluzioni sarà difficile, ma mi piace l’idea di imparare piano piano e avere molto margine per non annoiarmi mai.
Chi è interessato può seguire il thread sul forum di BaroneRosso
L’ho scelto anche perchè la ParkZone vende dei modelli in versione BNF (la stessa cosa del BND della LOSI), quindi aeromodelli venduti con tutta l’elettronica tranne il radiocomando, che si può condividere fra i vari modelli (anche perchè pilotarne più di uno contemporaneamente è piuttosto difficile… 😉 ).
Quindi, anche se la radiotrasmittente è prioprio entry-level, minima, quasi misera, è sempre comodo sapere che, volendo, potrò comprare un altro aeromodello anche più grande, sempre compatibile, risparmiando qualcosa.
I carrelli con le gomme si possono togliere facilmente, così da permettere di atterrare meglio sull’erba. L’aereo pesa pochissimo (circa 35 grammi), quindi sull’erba alta è risultato molto difficile romperlo, nonostante atterraggi sbagliati o addirittura schianti a tutta velocità.
Questo modello è l’ultimo “ultra-micro” prodotto dalla PArkZone, ma a leggere i commenti è anche il migliore fatto fino ad aoggi. Il più conosciuto è forse il Sukhoi su-26m e rispetto a questo è più robusto e ha il carrello più grande (il Sukhoi ha delle ruotine veramente minime)

Dovrebbe arrivarmi fra un paio di settimane, nel frattempo mi stò allenando con un simulatore su PC, dove si trovano diverse versioni del Mustang p-51, tutte però più grandi di questa! So che il simulatore NON è la realtà, però devo dire che me la cavo bene (uso i pad della PS2) e quindi sono fiducioso di tornare a scrivere il report del mio “primo atterraggio reale”!!!

Riporto le caratteristiche tecniche:

  • Wingspan: 15.8 in (401mm)
  • Overall Length: 14.3 in (363mm)
  • Flying Weight: 1.22 oz (34.6 g)
  • Motor Size: 8.5mm brushed motor (installed)
  • Radio: ParkZone with Spektrum 2.4GHz DSM2 and Spektrum AR6400 receiver – installed
  • Servos: Spektrum 1.5-gram (SPMAS2000)
  • CG (center of gravity): 35mm from leading edge of wing at the fuselage
  • Prop Size: 130mm x 70mm
  • Recommended Battery: 3.7V 120mAh Li-Po (included)
  • Aileron: Fully proportional
  • Elevator: Fully proportional
  • Rudder: Fully proportional
  • Throttle: Fully proportional
  • Control Throw (Ailerons): High- 7mm up/down, Low- 5mm up/down
  • Control Throw (Elevator): High- 7mm up/down, Low- 5mm up/down
  • Control Throw (Rudder): High- 10mm left/right, Low- 6mm left/right
  • Scale: Warbird
  • Charger: DC single-cell Li-Po (included)

11 commenti to “ParkZone Mustang P-51, il micro aereo “warbird””

  1. admin 12 marzo 2010 at 11:13 pm Permalink

    Che sfortuna!!! Oggi mi è arrivato il piccoletto, bello bellissimo… ma con la coda “storta”! 🙁
    Durante il viaggio (l’ho ordinato da UK questa volta) c’è stato un incidente e la radio si è staccata dal suo supporto. Muovendosi nel pacco deve aver urtato conto il fragile aeromodello.
    Ora ho la parte alta della coda inclinata… e non so proprio come potrà volare, secondo me NON potrà andare dritto.
    Proverò ad usare il trimmer per correggere lo sbandamento, ma la vedo dura.

    Rimandere indietro il pacco non solo mi costerebbe circa 30€, ma oltretutto è un tipo di incidente che potrei aver causato io con una caduta. Vallo a dimostrare al negoziante!

  2. Paolo 16 marzo 2010 at 1:19 am Permalink

    Ciao, anch’io mi sono intrippato per questi piccoli aerei ed ho comprato 2 gg fa il j3 cub micro, solo che è tre canali.Me lo hanno consigliato visto che sono neofita. Se ti interessa io l’ho preso a Monza, in un negozio che ha anche i ricambi della parkzone. l’ho pagato 107 euro, mi sembra che non ci ricarichino troppo.Si chiama modeltoy, e puoi ordinare anche on line.
    saluti e buon divertimento
    Paolo

  3. admin 16 marzo 2010 at 9:50 am Permalink

    Si, il prezzo mi sembra buono. Avrei forse dovuto comprare anch’io un 3 canali… mi sono lasciato prendere la mano da un’offerta, che poi alla fine avrò risparmiato 10€! Vedremo con il prossimo volo se riesco a portarlo decentemente, al simulatore tutto ok.
    Il primo l’ho fatto in condizioni di vento un po’elevate e non mi sono fidato a lasciarlo salire… ho fatto dei saltelli, più che dei voli. 🙂

  4. pancho 29 ottobre 2010 at 5:11 pm Permalink

    Ciao, ma alla fine come è andata? anche io l’ho preso come primo aereo, ma venivo dagli elicotteri 4ch e ciò mi ha facilitato. Musate ne ho prese tante ma devo dire senza danni irreparabili (natsro e/o uhu por e si riparte subito…), davvero agile e acrobatico. Peccato non si trovino i ricambi, in particolar eil motore tira benino per essere così piccolo ma non dura tanto, ne ho già fuso uno, sostituito con quello dell’mSR blade (micro eli eflite), tutto bene ma è andato anche lui a…peripatetiche e ora sono fermo. In italia pare non si trovi, se avete dritte…

    Vedi un video dei miei primissimi voli…ora va un po ‘meglio! http://www.youtube.com/watch?v=v1E-FUlWdYI

    ciao!
    Francesco “pancho” sul baronerosso…

  5. admin 29 ottobre 2010 at 9:38 pm Permalink

    Ciao Pancho! 🙂 Bel video, in confronto a me sei un asso!!!
    Sarà che non sono riuscito ancora a volare in un posto veramente libero per un motivo o per l’altro… fatto stà che ho preso qualche botta e ho messo un po’ fuori asse il motore, nonchè storto un po’ un’ala. Non ho rotto nulla ma anche trimmando non riesco a farlo andare dritto…
    invece di insistere e riprovare a far volare questo “piccoletto” di Parkzone P51, mi son deciso a prendere qualcosa che possa tenere meglio il vento e possa essere portato anche da mio figlio, il buon vecchio Easy Star, che userò con il telecomandino del P51. Devo solo attaccare la ricevente e saldare qualche cavo ed è pronto, ma il tempo è pochissimo, purtroppo. 🙁

  6. pancho 3 novembre 2010 at 12:16 am Permalink

    Ma che asso dai che prendo delle musate…

    Prima di abbandonarlo però magari in una domenica piovosa, dai che è un bel modello!

    …non ci vuole molto a sistemare il motore, se è come è successo anche a me: dopo una ennesima musata non riuscivo più a sistemare il supporto del motore al suo posto. Mi sono allora accorto che il supporto ha 4 piccoli pernettini che si infilano nel muso in basso e lo tengono ben fermo; io che ne avevo rotti 3 su 4. Allora col dremel ho fatto 3 fori dove stava il pernettino, ho estratto dal depron i 3 pernettini rotti, ho infilato nel forellino effettuato 3 pernettini nuovi (io ho preso del bambù e l’ho assottigliato fino a farlo entrare), li ho bloccati con un po’ di ciano nei fori ricavati, ho messo poi una quantità OMEOPATICA di colla espandibile poliuretanica sui pernetti e ho rimesso il tutto a posto. La colla poliuretanica si espande e blocca molto bene il tutto al muso (ne va messa davvero poca perchè se ne va troppa quando gonfia sposta il supporto e si disassa il motore), sembra davvero stabile….
    ma va bene anche secondo me la vinavil o una epossidica o al limite la uhu por.

    Per l’ala beh non so che dirti, magari di nastro leggero riesci a sistemarla…

  7. admin 3 novembre 2010 at 1:06 am Permalink

    Grazie, proverò ad aggiustarlo e magari portarlo su un campo di volo per farlo provare a qualcuno più esperto.
    Proprio ieri son riuscito a mettere “in opera” l’easy star della Mutiplex, che quindi ora è pronto al suo primo volo!

  8. rocco 20 maggio 2012 at 5:08 pm Permalink

    ma quanto costa quello 4 canali?!?!

  9. admin 20 maggio 2012 at 6:56 pm Permalink

    Poco più di 200€ in Italia… bastava una seplice ricerca su Google 😉

  10. marco 30 ottobre 2012 at 2:03 pm Permalink

    Ciao ragazzi anche io l’ho comprato (micro p 51) ma sinceramente non fa per me.

    Al primo volo si e’ rotto, non sono grossi problemi tutto riaggiustabie, comunque ho deciso di venderlo con radio e tutto (versione rtf)

    se qualcuno e’ interessato. [email protected]


Lascia un commento