31 dicembre 2009 ~ 0 Commenti

Adattare un Traxxas E-Maxx al trial o meglio al crawling

e-maxx transporterVolendo con l’E-maxx della Traxxas (anche il vecchio modello, come il mio) ci si possono fare cose molto interessanti, e qui voglio scrivere di quali accorgimenti si possono utilizzare per renderlo più adatto a fare dei percorsi sconnessi, accidentati, a bassa velocità.
Quindi delle gare di trial o semplicemente del rock-crawling leggero (L’E-maxx infatti NON ha l’articolazione di altri mezzi pensati per il crawling, come gli Axial).
Il limite di questi mezzo molto versatile è nel TWIST, cioè è poco “snodato”, a differenza ad esempio del cugino REVO che, con il suo particolare sistema di ammortizzatori orizzontali, nasce per scopi diversi ma modificato diventa ancor più capace nel superare ostacoli di notevole altezza.

Si può arrivare a portarselo dietro anche in spedizioni impegnative in alta montagna!

  1. spostare più peso possibile sull’anteriore e in basso, ma in generale un veicolo leggero è meglio di uno pesante: aggiungendo una batteria che alimenti il servo dello sterzo sull’asse anteriore (questo lo rende anche più veloce e potente), aggiungendo un po’ di peso sulle ruote anteriore, con dei pesi inseriti nella spugna delle gomme oppure incollando qualche piombatura di quelle usate dai gommisti.
  2. bloccare la trasmissione in prima, eliminando lo scomodo gioco che normalmente ha.
  3. utilizzare un motore con più spire, ad esempio un Integy 45 o 55 o 65 (io ho scelto il 45 perchè troppo lento non mi piace), chiaramente facendo attenzione al rapporto di trasmissione, che deve essere più alto del normale (mi sembra che il finale sia 62 in prima marcia per l’e-maxx di serie. Ricordo che l’emaxx ha 2 marce, con 36 e 31 denti che danno 2,76 e 1,72 come rapporti mentre il differenziale ha 2,84).
  4. differenziali induriti o bloccati, ad esempio montando un semplice palo al posteriore per bloccarlo (esiste il pezzo di ricambio apposito e originale della Traxxas) e mettendo dell’olio siliconico MOLTO denso all’anteriore (oltre 1 milione la gradazione). Bloccando anche l’anteriore il raggio di sterzata praticamente si annulla… e quindi in questo caso diventa d’obbligo la complicata modifica per dotare l’emaxx di 4 ruote sterzanti (rigirando una parte anteriore, magari trovata usata su Ebay, oppure acquistando un kit apposito della RadRC).
  5. ammortizzatori molto morbidi (dimenticatevi però di fare salti con questa configurazione!), sostituendo le 8 molle con altrettante di colore diverso e molto morbide. L’auto deve comunque rimanere “su”, non deve afflosciarsi già senza carico, l’ottimo sarebbe che offrisse la minima resistenza al sollevamento di una singola gomma. Qualcuno elimina completamente l’olio dagli ammortizzatori… la trovo una soluzione ottima a patto di avere altri 8 ammortizzatori da sostituire a questi quando si vuole tornare ad avere un monster truck più veloce e stabile, altrimenti l’operazione di riempimento di 8 ammortizzatori è veramente noiosa…
  6. se capaci di usare una saldatrice, creare un proprio chassis, magari in scala, non è particolarmente difficile.

e-maxx traxxas

Lascia un commento