X

Idrovolante radiocomandato elettrico…che bello! (Macchi M33)

Guardate che meraviglia questo velivolo in scala, venduto dalla Kyosho dal prossimo mese di maggio, riproduzione del Macchi M33 del 1925, uno spettacolo!

Queste le dimensioni: Apertura alare: 1.460 mm, Lunghezza: 1.270 mm; Superficie alare: 37,4 dm², Peso: 2,8 kg

Non so come vada realmente in volo…sicuramente non sarà una “libellula”, queste alcune altre caratteristiche:

  • ali e coda in balsa + compensato
  • fusoliera e galleggianti in fibra di vetro precolorata
  • parti in legno rivestite
  • comandi e minuteria inclusa
  • comprende supporto per motori brushless a cassa rotante
  • sede per batteria LiPo

Per farlo volare c’è bisogno di comprare un po’ tutta l’elettronica, importante il radiocomando che deve essere a 4 canali (e 5 servocomandi…), la minuteria e i “comandi” sono però inclusi, insomma NON è un modello RTR (la Kyosho definisce il Macchi m33 come ARTF, cioè premontato ma da completare…insomma la spesa sale parecchio rispetto al costo della sola scatola del modello) e probabilmente non lo consiglierei ad un principiante…la balsa e gli altri componenti difficilmente resisterebbero a qualche caduta “seria”.
Per chi non ha mai volato con un aeromodello consiglio di leggersi il sempre valido articolo: “l’aereo radiocomandato elettrico

GuidoElettrico: Guido Elettrico è un uomo qualsiasi, che però vive in una grande città e crede che ci stiamo avvicinando sempre più alla crisi del petrolio e delle fonti energetiche fossili in generale. Ma soprattutto che la mobilità urbana, e non solo, vada ripensata partendo quindi dai veicoli ibridi o completamente elettrici.

Questo sito utilizza i cookies