Centrali nucleari in Italia? Non diciamo *******

C’è qualcuno che è ignorante, ignora, non sa, non saprà mai probabilmente. E c’è qualcuno che NON VUOLE sapere, preferisce pensare all’oggi, all’immediato, agli interessi privati, privatissimi, e non si cura di nessuna conseguenza se non di quella che porterà per LUI e LUI solo beneficio, in termini economici o anche di solo POTERE.

Non riesco a dilungarmi sull’argomento, non solo: quello che so deriva non da studi specifici ma da un minimo di logica e di capacità critica unite ad un po’ di tempo e voglia di leggere in giro per Internet invece che aprire il giornale o peggio ancora vedere solo il telegiornale.

E da quel poco che ho capito questa faccenda dell’accordo Italia-Francia per la costruzione di 4 nuove centrali nucleari è PAZZESCO.
Sinceramente penso proprio che non ne sarà costruita nessuna, un po’ come penso che ne io ne i miei figli vedranno il ponte sullo stretto di Messina, quello di cui sono CERTO invece è che in questo progetto finiranno anche i miei soldi di contribuente, parte dei quali andrà a finire direttamente nelle tasche di una decina abbondante di persone.
Andranno a finire euro che avrebbero potuto pagare più medici per curare bambini, più insegnanti per migliorare il nostro sistema scolastico, più ricercatori per innovare e spingere avanti il nostro sistema industriale come anche la qualità della nostra vita.
E alla fine queste centrali nucleari non saranno costruite.
L’assurdo non è nel costruirle, dal mio punto di vista, è nel solo pensare di destinare somme di denaro a questo scopo invece che concentrarsi sulle 2 VERE fonti di energia inesauribile: eolico e fotovoltaico.
Posso capire che l’energia solare ancora non abbiamo imparato a sfruttarla a dovere, che gli impianti ancora “sprecano” gran parte dell’energia solare (circa l’80%) e sono ancora piuttosto costosi, ma almeno pensiamo all’eolico, a sfruttare l’energia del vento. Non potrà coprire il 100% del nostro fabbisogno, ma sicuramente dall’1% di oggi dovremmo mirare più in alto, e ad arrivarci in tempi brevi.
Siamo in Italia…dico io…avete presente com’è fatto il nostro paese, le montagne, i mari, le pianure? Sembriamo una centrale eolica in costruzione…abbiamo potenzialità enormi, per favore…facciamo qualche passo avanti verso lo sfruttamento delle energie rinnovabili, energie veramente PULITE, senza scorie e rischi di contaminazioni radioattive!

Cito la Spagna…che ci ha sempre inseguiti nel corso degli ultimi decenni e ora ci stà lasciando al palo…dove nel 2008 l’11% dell’energia è stata prodotta dalle centrali eoliche e dove nelle giornate più ventose addirittura il 40% dell’energia è stata fornita dalle pale disseminate per la penisola iberica.

Concludo con un mio pensiero…semplice ed umile: l’uomo per progredire ulteriormente ha bisogno di più energia E più consapevolezza ambientale, ormai è scientificamente ed economicamente provato.

4 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.