Archivio | Video (elettrici e ibridi)

06 aprile 2008 ~ 0 Commenti

Kyosho dNaNo scala 1/43: micro RC super tecnologiche!

KIT completo RTR per la dNANO della Kyosho, scala 1/43 e meno di 50 grammi di peso!E’ stata presentata in Giappone la dNaNo, i primi giorni di marzo, una piccola auto radiocomandata in scala 1/43 che pesa meno di 50 grammi (!), con elevato contenuto tecnologico e alcune caratteristiche veramente interessanti e inedite nel mondo del modellismo.
Kyosho è uno di quei produttori di modelli e giocattoli RC da tenere d’occhio, negli ultimi anni ha azzeccato alcuni prodotti come pochi nel mondo…pensate al successone delle MINI-Z, con campionati nati in tutto il mondo e praticamente precursori di tutto il mondo MICRO in generale. ... CONTINUA

Continua a leggere

28 marzo 2008 ~ 2 Commenti

Aereo radiocomandato, voliamo elettrico!

aereo-radiocomandato-rc-wild-hawk.JPGLe meraviglie del volo…la leggerezza dell’aria, la silenziosità di un aereo a propulsione elettrica o ancor meglio la totale assenza di rumore del volo libero, sfruttando le termiche…
Mai pensato di comprare un aereo? Di prendere il brevetto di volo?
Ah…troppo costoso? Esatto…sicuramente è un hobby per ricchi, ma almeno è alla portata di molti comprare un bell’aereo radiocomandato, meglio sicuramente se con motore elettrico e darsi quindi all’aeromodellismo. :-)
Quelli più piccoli e lenti possono essere fatti volare nei parchi pubblici, nelle zone senza persone che nelle aree verdi più grandi ci sono sempre. Meglio se in giornate con pochissimo vento (meno di 10 km/h)
Quelli più veloci è meglio usarli in aeree dedicate,  campi volo ufficiali e relativi aeroclub, o in quegli spazi che per pratica diffusa sono diventati dei campi volo non autorizzati…ma realmente usati ogni week-end da decine di appassionati di volo elettrico o a motore a scoppio.
Per chi ha questi pensieri…iniziamo da alcuni modelli acquistabili subito online, quelli RTF sono Ready To Fly, cioè pronti al volo con al massimo 2 ore di lavoro per il montaggio dei pezzi e la ricarica della batteria, ma le scatole contengono tutto il necessario per volare, come radiocomando, servocomandi, caricabattarie, ecc.:
Cosa sono i canali?
Rappresentano le possibilità di manovra del velivolo: 2 sono il minimo per governarlo…cioè gli stessi che hanno i piccoli aerei giocattolo della Silverlit, quindi acceleratore e la possibilità di virare a destra o a sinistra. Nei giocattoli accade tramite la variazione di potenza dei motori, mentre negli aeromodelli con il timone di coda.
Poi possiamo avere altri alettone governabili sul profilo delle ali e sul profilo delle ali della coda.
Più canali si hanno e più potente è il motore e più possibilità abbiamo di pilotare nel vento o eseguire manovre…però è anche tutto più difficile! :-)
Quindi l’ideale è cominciare da un aereo a 3 canali e poi aggiungere il quarto canale, se possibile, oppure comprare un aereo a 4 canali. ... CONTINUA

Continua a leggere

03 marzo 2008 ~ 0 Commenti

Aerei X-twin della Silverlit, con modifiche

Modello JET degli X-twin, la grande famiglia dei piccoli aerei radiocomandati della SilverlitChi come me ha provato un aereo monoala o un biplano della Silverlit? :-)
Dopo un annetto di letture su forum prima stranieri e poi anche italiani, mi son deciso a infilare in un ordine di pezzi per il mio monster RC (l’e-maxx della Traxxas) un piccolo, rosso ed economico X-twin modello JET. Non siamo propriamente nell’ambito dell’aeromodellismo elettrico…ma poco ci manca. :-) ... CONTINUA

Continua a leggere

27 febbraio 2008 ~ 1 Commento

Scaler: RC tranquillo ma realistico

RC scaler REDGli SCALER sono automodelli radiocomandati non solo in scala, ma con l’obiettivo di essere più realistici possibile nelle forme, nelle proporzioni, nei colori, negli accessori.
Devono quindi essere una chiara rappresentazione di veicoli realmente esistenti. Anche se non è un vincolo, per una serie di motivi sono abitualmente in scala 1/10 o 1/12, quindi per capirci lunghi da 30 a 50 cm. Attenzione va riposta alla larghezza di questi fuoristrada, perchè spesso sono venduti con la possibilità di essere “stesi”, cioè abbassati, per dare maggiore stabilità nelle curve, però questo finisce per alterare la proporzione fra altezza e larghezza, allontandole da quelle realistiche. Stessa attenzione quindi per i cerchi con l’offset, perchè quasi sempre creano lo stesso effetto. Quindi in linea di massima gli ammortizzatori vanno tenuti al massimo dell’altezza, il veicolo al massimo dell’altezza (attacco degli ammortizzatori alle torri e ai bracci) e niente offset nei cerchioni. Pensate ad esempio ad un classico E-Maxx della Traxxas (Monster RC elettrico 4×4), così come esce dal negozio non sembra un veicolo vero in miniatura, le ruote sono assolutamente enormi rispetto alla carrozzeria (body) ed escono troppo dalla sagoma. ... CONTINUA

Continua a leggere

14 febbraio 2008 ~ 1 Commento

Losi Raminator Monster Truck, micro monster 1/36

Il Raminator della LOSI, il micro monster scala 1/36!Nuova creatura dalla LOSI, grandissimo? No!
…ormai sembra che le grandi auto radiocomandate abbiano fatto la loro “storia”…anche in USA, incredibile vero? :-)
Losi presenta il RAMINATOR, un micro monster in scala 1/36, fratello delle già note e apprezzate Micro-t, Micro Baja e Micro desert truck. Come potete vedere dal video è leggermente più grande del Micro-t, ma di poco. Sicuramente è un po’ più alto e anche grazie alle sue ruotone ha la possibilità di superare ostacoli un po’ più grandi ed essere usato con più libertà anche su terrene più accidentati rispetto alle altre 1/36, che in effetti erano quasi limitate all’utilizzo su asfalto, moquette e sulle piastrelle di casa. Ottima operazione anche dal punto di vista del marketing, grazie alla licenza ufficiale DODGE. Forse con questo in effetti, data anche la minore guidabilità tipica di tutti i monster, sarà più difficile fare del “desk driving“. :-)
Ha i suoi begli ammortizzatori indipendenti, piccolini, moscetti e plasticosi, ma sono lì e fanno il loro lavoro, come ha anche sterzo e acceleratore proporzionali, proprio come le auto RC tipiche del modellismo. Insomma è piccolino, sembra più giocattoloso di altri automodelli radiocomandati “modellistici”, però costa più di un giocattolo perchè è meglio di qualsiasi altra piccola auto giocattolo, che oltretutto se guardate in giro costano solo 30-40 euro in meno, ma vanno MOLTO peggio, le batterie durano molto meno, soprattutto se si rompono NON esistono i pezzi di ricambio! E si rompono come niente…ad un bambino bastano un paio di ore di gioco per trovare l’onnipresente “punto debole” e il giocattolino si rompe fra le mani.
Lo trovate al momento solo in USA, al prezzo di 90-100 dollari, giusto una decina in più delle altre creaturine Losi, perchè è un prodotto nuovo. ... CONTINUA

Continua a leggere