Archivio | Leggi, norme e regolamenti

04 aprile 2010 ~ 0 Commenti

Incentivi rottamazione per i veicoli elettrici: da 750 a 1500 euro per l’acquisto di scooter elettrici e scooter ibridi

Piccoli incentivi statali per l’acquisto di veicoli elettrici: gli sconti per i consumatori partiranno dal 15 aprile. Sono inseriti all’interno di un più ampio pacchetto d’incetivazione del mercato, che nel complesso però utilizza un budget modesto. Ecco perchè a loro volta questi incentivi “verdi” hanno durata limitata e saranno in pochi a beneficiarne. ... CONTINUA

Continua a leggere

10 febbraio 2010 ~ 3 Commenti

Rottamazione Auto e Incentivi 2010: come, dove, quando e perchè no?

Gli ecoincentivi per il mercato dell’auto sono tornati anche per questo anno 2010?
Questa è la domanda ricorrente… ma la risposta al momento è NO, per quanto rimanga incerta per l’immediato futuro la sorte della “spinta” del governo alla rottamazione dell’auto.
Proprio ieri Scajola ha dichiarato che il mercato dell’auto NON avrà incentivi per l’anno 2010, non potremo rottamare l’automobile sperando in un rimborso, o qualcosa di meglio, solo che ormai è difficile fidarsi quando altre volte, solo poche settimane prima, ha dichiarato il contrario e altre ancora si è detto incerto, come anche abbiamo sentito voci di mini-incentivi fortemente incentrati sui modelli a bassissime emissioni di co2.
... CONTINUA

Continua a leggere

09 dicembre 2009 ~ 0 Commenti

EcoIncentivi 2010: ci saranno le auto elettriche?

Si parla di ecoincentivi 2010, come al solito a fine anno, a dicembre inoltrato, così che siano in molti ad essere indecisi sul da farsi in merito all’acquisto ed eventuale rottamazione di una vecchia auto.
Non lo vedremo da subito, ci vorrà ancora gennaio per la stesura dei documenti e anche la comprensione dei fondi realmente disponibili per questo strumento di aiuto al mercato dell’automobile.
Aiuto che diamo, abbiamo dato e continueremo a dare non solo alla FIAT e all’indotto nazionale (solo il 30% circa di auto è italiana), è bene ricordarlo, e con un effetto di miglioramente delle condizioni ambientali veramente risibile.
La FIAT ha fatto capire che la mancata erogazione di nuovi incentivi si tradurrebbe, solo con il gruppo Fiat, in circa 60.000 posti di lavoro persi (circa 300.000 in totale).
Sicuramente i benefici per l’ambiente con queste forme atte a svecchiare il parco auto ci sono e qualche statistica ricorda chela CO2 nell’aria e in generale l’inquinamento nelle città è lievemente migliorato, però rimane sempre il pesante dubbio sull’impatto ambientale dell’intero ciclo di produzione di un’auto, dallo smaltimento dei pezzi e delle carcasse delle auto rottamate (alcune potrebbero essere riconvertite in elettriche? Altre potrebbero essere regalate a qualche paese povero? Esitono altre forme di riutilizzo che non abbiamo ancora sondato?), fino alla produzione di co2 dalle fabbriche e dai lavoratori che quotidianamente si recano al lavoro per produrre auto. ... CONTINUA

Continua a leggere

15 ottobre 2009 ~ 1 Commento

Gli incentivi auto fanno male…ma davvero?

Riassumo l’articolo di Repubblica che commenta le rilevazioni della BCE (Banca Centrale Europea) sull’efficacia degli incentivi economici dei governi europei al comparto automobilistico.
Infatti i governi, quest’anno, per frenare la caduta dei consumi durata mesi e mesi, con picchi negativi anche oltre il 30%, hanno dato generosi incentivi in nome del rispetto per l’ambiente, del basso impatto ambientale delle auto omologate euro5, dell’utilizzo di biciclette al posto delle auto, ecc. ... CONTINUA

Continua a leggere

29 settembre 2009 ~ 0 Commenti

Incentivi alla rottamazione in Lombardia 2!

Ulteriori fondi per l’incentivo alla rottamazione in Lombardia: sono 3,23 milioni di euro dedicati ai cittadini delle zone critiche di quasi tutti i capoluoghi lombardi e di un totale di 500 comuni.
Il contributo è per la rottamazione di vecchi ciclomotori e motocicli Euro 0 e Euro 1 e/o l’acquisto di mezzi nuovi a nullo o basso impatto ambientale (quindi elettrici, ibridi o Euro 3). ... CONTINUA

Continua a leggere