New Global Traction, la trazione del futuro?

Spero vivamente sia così, spero che il genio di 3 italiani (Leonardo Grieco, Giuseppe Angilella e Claudio Pettenuzzo) possa realmente trasformare radicalmente la trazione com’è fatta oggi in qualcosa di diverso, forse la “New Global Traction” uscirà dalla fase di prototipo per arrivare alla catena di produzione di qualche casa automobilistica.
Perchè qualcosa di diverso ci vuole, i passi avanti nel mondo dei veicoli ibridi ed elettrici sono lenti, troppo lenti, mentre il mondo che conosciamo stà forse vivendo gli ultimi decenni di vita.
E con lui noi tutti, i nostri figli e nipoti…

L’idea dei 3 italiani è di modificare il meccanismo che trasferisce il moto dal semiasse alla ruota… non alleggerire, affinare, ripartire, ma RIVOLUZIONARE, che è cosa ben diversa. 🙂
Si tratta di decentrare il punto su cui viene scaricata la forza motrice, spostandolo dal centro della ruota per sfruttare una leva più favorevole.

Parliamo di un cambiamento che, abbinato a un sistema “start&stop” del motore che stacchi completamente questo dalle ruote per il massimo della scorrevolezza, potrebbe far consumare meno del 50% rispetto a un’auto a benzina con l’odierno sistema di trazione. Senza contare che questo stesso sistema New Global Traction potrebbe essere applicato alle odierne auto ibride e alle future auto elettriche
Meno consumi, meno inquinamento, più energia e salute per tutti.

Chi sarà il primo a utilizzare il loro brevetto? Oppure chi sarà il primo a decretare l’impossibilità o la non convenienza reale nella produzione e utilizzo di questa particolare trazione?

16 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.