X

Renault Logan, Renaut ECO2 concept: rispettosa ma non verde

Perchè i distributori di benzina si stanno contaminando con il colore verde? Perchè il tema del rispetto dell’ambiente deve essere così mercificato? Perchè alcuni nuovi modelli di auto, prototipi o concept, che cercano di impattare meno del solito sull’ambiente, li vediamo fotografati con delle livree verdi, verdine, verdognole?
Spesso sono a “basso impatto ambientale” neanche per merito delle emissioni inquinanti, ma per interni o esterni più o meno reciclati o reciclabili…

Ma ci prendono per scemi? Non sappiamo leggere le specifiche o gli articoli e guardiamo solo le figure e i colori dei loro veicoli o del packaging??? Fanno brand, senz’altro, ma noi dobbiamo poi essere durissimi nel valutare seriamenti i loro prodotti, comprarli solo se realmente validi e rispondenti alle nostre esigenze, non per l’impatto della comunicazione marketing.

Ne è un esempio la Renaut Logan che fa parte del progetto “Renault Eco2“: il 40% delle attuali versioni in vendita della LOGAN, emette SOLO 97 g/km di Co2, cioè oltre il doppio del concept Flextreme presentato da General Motors…e solo i 2/3 della Grande Punto Multijet attualmente in vendita. Ma questi sono tagli alle emissioni inquinanti??? Sarà un’auto economica, certo, ma costosa come sempre per l’ambiente e tutti noi!
Quest’auto rientra nel fantomatico concept “Renault Eco2” perchè è prodotta in uno stabilimento certificato ISO 14001, emette meno di 140 g/km di Co2 (che abbiamo visto essere un valore comunque elevato) ed inoltre è valorizzabile al 95% a fine ciclo di vita e contiene almeno il 5% di materie plastiche derivate dal riciclaggio. Solo il 5%? Qualcosina in più non si poteva fare? Praticamente la Renault utilizza materie di tutti i tipi prodotte appositamente per la Logan, tranne il 5%, poi lascia agli altri il compito di ri-valorizzare-ri-ciclare il 95% delle sue auto…mah…

Guido:

Questo sito utilizza i cookies