X

Toyota IQ elettrica solo dal 2012

La Toyota IQ non potete non conoscerla…come me probabilmente speravate uscisse sul mercato direttamente nella sua versione elettrica…come me forse pensavate che questa versione ZEV sarebbe seguita immediatamente…invece no!
Vedrema la IQ elettrica SOLO nel 2012…ma perchè oggi non era meglio??? Secondo voi QUANTO avrebbe venduto una iQ elettrica INSIEME alla versione normale?

Questa versione non è proprio identica alla IQ, ma le differenze sono minime…quella più importante sono gli 80 km di autonomia con emissioni di co2 uguali a ZERO!
Sicuramente ne torneremo a parlare, perchè mentre aspettiamo la versione elettrica della SMART, city-car per eccellenza, questa versione con 1,5 posti in più sarebbe proprio un’ottima alternativa, visto anche quanti ne hanno parlato bene per doti dinamiche, dotazioni tecniche e confort interno.

GuidoElettrico: Guido Elettrico è un uomo qualsiasi, che però vive in una grande città e crede che ci stiamo avvicinando sempre più alla crisi del petrolio e delle fonti energetiche fossili in generale. Ma soprattutto che la mobilità urbana, e non solo, vada ripensata partendo quindi dai veicoli ibridi o completamente elettrici.

View Comments

  • La IQ elettrica non è in vendita ora per lo stesso motivo per cui non è ancora in vendita la Smart Elettrica, il Piaggio MP3 elettrico e la Pininfarina B0 (ho sentito che i progettisti stanno soffrendo parecchio, gli operai in cassa integrazione attendono trepidanti).
    Non è un caso che la Prius 3 esca ancora con le NiMh e se non ho capito male anche la Honda Insight.

    • cioè mancano le batterie "evolute" ai polimeri di litio (lipo o li-poly)...ma ormai se ne parla da anni...possibile che con la fame di batterie nessun coreano-cinese-asiatico si sia messo a produrne in quantità?

  • Mah, ti posso dire solo la mia esperienza.
    Lavoro in un'azienda che da molti anni studia un prodotto per automobili.
    Il prodotto sarebbe economicissimo se prodotto in gran serie, ma nessun cliente l'ha ancora ordinato, e quindi i prototipi fatti a mano sono costosissimi ed ancora da rifinire in alcuni importanti aspetti.
    Ad oggi siamo in grado di dimostrare pienamente le potenzialità, ma non abbiamo le risorse per industrializzare il tutto e non ci sogneremo mai di consegnare un solo pezzo ai clienti prima di aver fatto i test di qualifica (e una buona assicurazione).
    Allo stesso modo Kokam e altri hanno dimostrato le loro potenzialità ma non sono partiti con gli altissimi investimenti necessari per industrializzare le loro batterie. Forse le banche non si fidano ma
    secondo me i loro pacchi continuano ad
    esplodere al banco e nessuno vuol fare passi falsi. Ogni appassionato di auto elettriche perdonerebbe qualsiasi difetto iniziale ma i clienti normali (cioè persone di ignoranza abissale) inizierebbero subito a dire che "le batterie esplodono" e il pregiudizio rimarrebbe per generazioni.

Questo sito utilizza i cookies