Confronto consumi BMW 520d con Prius

Toyota Prius, la prima ibrida di successoChi consuma meno? La grande, lussuosa e tedesca BMW 520D o la giapponese essenziale, per molti orribile nel design, ma futuristicamente ibrida Toyota Prius?

Parliamo di 2 macchine diverse…molto diverse, forse troppo per alcuni. Però i consumi li possiamo paragonare e parliamo comunque di 2 auto di dimensioni generose, non paragoniamo la Toyota Prius con la Smart, insomma.
BMW 520D, auto diesel tedescaIl bagagliaio è più grande nella BMW 520d, ma anche quello della Prius non si può definire piccolo…ci sono comunque più di 100 litri di differenza, e sono entrambe omologate per trasportare lo stesso numero di passeggeri (5).
Non possiamo chiaramente confrontare il costo iniziale d’acquisto, ma non è questo l’intento della comparativa, perchè altrimenti avremmo potuto prendere una BMW 120d, che pesa ancora meno della 520d e costa sicuramente meno…le km zero si trovano alla stessa cifra di una Toyota Prius…in pratica.
Un confronto simile si potrebbe quindi fare anche con la BMW 120d, più vicina come dimensioni, ma sarebbe ancora più impietoso per la Toyota, una gran macchina che dimostra però come ancora molto debba essere fatto nel settore delle auto ibride, se motori diesel attuali riescono ad essere così parchi di consumi…
I forum di tutto il mondo, italiani e americani soprattutto, parlano di consumi reali superiori a quelli dichiarati e un consumo medio di 20 km con in litro di benzina super.
La BMW 520d consuma in media la stessa quantità di carburante…con record di 25 km/l ad andature costanti intorno ai 110 km/h…pesando anche 300 kg in più della giapponese ibrida!
La cosa però importante a questo punto sono le prestazioni: la BMW ha 180 cavalli, da da 0 a 100 km/h in 8,3 secondi e raggiunge la velocità massima di 230 km orari. Dove ci dobbiamo andare a ? Non lo so…se dovessi scappare da qualcuno potrei farlo più velocemente, però. 🙂
Emissioni di co2: 136 gr/km.
La Toyota PRIUS ha solo 77 cavalli nel motore endotermico e 67 in quello elettrico…solo che fa da 0 a 100 in 10,9 secondi e arriva solo fino a 170 km/h. Emissioni di co2: 104 gr/km

La Prius è la vera capostipite dell’auto ibrida, l’auto “ecologica” per eccellenza, di cui tutti parlano e tutti prendono a paragone quando si tratta di auto elettriche o ibride. Però personalmente ancora non sono soddisfatto dei risultati.

In pratica dobbiamo scindere 2 utilizzi completamente diversi, che solo in rari casi si sposano con l’utilizzo reale di un’automobile:

utilizzo cittadino: l’auto viene usata quasi esclusivamente per spostamenti in città, nel traffico, con velocità medie di percorrenza bassissime. In questo caso la Toyota Prius è avvantaggiata perchè può usare spesso il motore elettrico, abbattendo consumi di carburante e inquinamento. Purtroppo il modello attuale, come il precedente, non si possono ricaricare e quindi le batterie hanno bisogno per forza di essere ricaricate con il motore a benzina, consumando quindi carburante. Sicuramente il prossimo modello della nuova prius (2009?) dovrebbe renderla ancora più conveniente sotto questo punto di vista. Dovrebbe infatti essere PLUG-IN, cioè avere la “presa” per la ricarica dalla corrente casalinga e quindi poter essere ricaricata ad esempio durante la notte e avere al mattino una discreta riserva di km percorribili in modalità SOLO elettrica.
Fino a questo modello…la situazione attuale vede comunque una Prius che non stacca di molto i motori diesel migliori, anche in città. Siamo su consumi medi cittadini del 10-15% inferiori rispetto ai diesel…cioè 18-20 km/l.

utilizzo misto, quindi stesse percentuali di km percorsi in città, su strade statali e in autostrada…in questo caso i consumi si possono equiparare…con il vantaggio però a favore del motore 2000 diesel in fatto di prestazioni.
E volendo fare i pignoli anche sul prezzo di acquisto iniziale, pensiamo al confronto fra i 26.000 euro della Toyota Prius e i 29.000 della BMW 120d…che poi fra sconti, km zero e offerte varie praticamente si comprano alla stessa cifra.
Qui parliamo di soli 65 kg in più, 7,5 secondi per passare da 0 a 100 km/h e velocità massima di 228 km/h…con consumi ancora minori rispetto alla 520d! Insomma non c’è storia per l’ibrida giapponese.

utilizzo extraurbano/veloce, quindi percorrenza di molti km a velocità elevate…qui l’ibrida rimane perdente, perchè in pratica NON ha il motore elettrico, non lo usa, e si ritrova a spostare 1300 kg con 77 cavallini…la 120D come anche la 520d la bastonano…addirittura credo che una 530d potrebbe consumare meno se parliamo di andature autostradali vicine ai limiti consentiti (130 km/h)

Infine vi lascio con un video (in inglese) tratto da TOP GEAR, la trasmissione di motori più seguita al mondo…confrontano i consumi addirittura di una BMW M3 (450 cv)  con quelli di una PRIUS

4 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *