X

Auto elettrica di FIAT: Phylla, finalmente il concept

Phylla (foglie in greco, plurale) è la piccolissima macchina a energia solare di Fiat…un concept ibrido o elettrico doveva uscire fuori prima o poi, come altrimenti reggere il confronto anche con altre case automobilistiche europee? 🙂

Ma è più di un concept…perchè dovrebbe entrare presto in produzione e le prima vetture dovrebbero essere consegnate nel 2010.
Phylla è realizzata grazie alla sinergia tra il Centro Ricerche Fiat, il Politecnico di Torino, Camera di Commercio di Torino, l’Istituto Europeo del Design e l’Istituto di arte applicata e design. Questa autovettura CityCar “verde” (meno di 3 mesi, 4 posti per soli 750 kg di peso) sposa il concetto ormai molto di moda di “mobilità eco-sostenibile“, sarà mossa da un motore totalmente elettrico (non sarà un’auto ibrida) e con elevato utilizzo di materiali reciclabili (ma la provenienza del materiale…nulla di già riciclato? Sicuri?)

Le sue batterie dovrebbero garantirle poco meno di 200 km di autonomia e avrà sul tetto dei pannelli fotovoltaici che le permetteranno di ricaricarle per un’autonomia di 10-12 km (dopo un’intera giornata in pieno sole), oltre a poter essere attaccata alla spina di ricarica e completarne la carica in 5 ore. Velocità massima di 130 km/h e scatto da 0 a 50 km/h in soli 6 secondi.

In coda a tutto questo…io non ci credo a questo concept in stato di sviluppo tanto avanzato, che fra meno di 2 anni già dovremmo vederne consegnate alcune in giro per l’Italia, ad esempio agli aeroporti…e anche i dati sinceramente mi lasciano un po’ perplesso, soprattutto l’autonomia…
Vedremo e come sempre vi chiedo di tenerCI aggiornati su quest’autovettura elettrica, tramite i commenti. Mi riservo di editare questo post man mano che arrivano le informazioni più aggiornate. 😉

GuidoElettrico: Guido Elettrico è un uomo qualsiasi, che però vive in una grande città e crede che ci stiamo avvicinando sempre più alla crisi del petrolio e delle fonti energetiche fossili in generale. Ma soprattutto che la mobilità urbana, e non solo, vada ripensata partendo quindi dai veicoli ibridi o completamente elettrici.

Questo sito utilizza i cookies