X

Drifting per tutti, anche radiocomandato!

Il drifting, cioè l’arte di sgommare in modo controllato con la propria auto, è una specialità nata in Giappone negli anni 80 e da alcuni anni si stà diffondendo in tutto il mondo, anche se sembra aver attecchito abbastanza bene prima di tutto negli Stati Uniti. E’ diventata competizione sportiva nel 2001.
E’ una specialità che può essere seguita con autovetture reali, principalmente quelle a trazione posteriore con molti cavalli e meglio se con motori dotati di molta coppia, ma anche nel mondo “miniaturizzato” del modellismo in scala…specialmente quello elettrico, di cui Guido Elettrico s’interessa, appunto!
Incentivare le gare con veicoli sgommanti, puzzolenti, consumanti ettolitri di carburanti non sarebbe da me…no?
Gli automodelli con cui possiamo cimentarci in questa disciplina sono diversi, meglio però se anch’essi con trazione posteriore e soprattutto elettrici, altrimenti evitare di bruciare la frizione in quelli a scoppio è veramente difficile…
Sono comunque validissimi anche i modelli entry level delle varie cose costruttrici, e al momento direi che nel mondo la più usate e sempre l’intramontabile Tamiya TT-01. 🙂
Non è necessario andare in pista, possono essere improvvisate delle piste o anche solo alcune curve per impratichirsi in qualsiasi parcheggio, i peggiori sono quelli in asfalto “ruvido”, solitamente molto scuro. Sono invece PERFETTI i parcheggi coperti, solitamente fatti con quell’asfalto particolarmente “scivoloso”, dove con la macchina ad ogni minimo movimento dello sterzo produciamo fastidiosi stridori dalle gomme…ecco quelli sono veramente super-adatti, ad esempio quelli dell’IKEA all’aperto spesso sono fatti con questo materiale. 🙂
E comunque si usano gomme particolari…o meglio “plastiche” particolari. Plastiche proprio perchè intorno ai cerchi si usano dei cilindri di plastica che offrano il minimo della resistenza e dell’attrito su qualsiasi superficie.

Chi avesse già un automodello elettrico radiocomandato può imparare con questi video di Drifting messi online dalla HPI.
Titolo: “Get Sideways with HPI!

Esistono diverse tecniche per perdere il controllo dell’auto…in modo controllato, disegnando traiettorie perfette in pista, le elenco senza scendere nel dettaglio, anche perchè la maggior parte sono perfettamente intuibili:

  • Handbrake/ebrake Drift
  • Lift Off
  • Clutch Kick
  • Power Over
  • Braking drift
  • Inertia Drift
  • Dirt Drop Drift

Infine per approfondire potete navigare

  1. sul sito RCDRIFT.it , italianissimo, e che ho frequentato per un breve periodo un paio di anni fa. Già allora erano un folto gruppo, ora sono cresciuti ancora!
  2. con una rivista americana DRIFTRC
GuidoElettrico: Guido Elettrico è un uomo qualsiasi, che però vive in una grande città e crede che ci stiamo avvicinando sempre più alla crisi del petrolio e delle fonti energetiche fossili in generale. Ma soprattutto che la mobilità urbana, e non solo, vada ripensata partendo quindi dai veicoli ibridi o completamente elettrici.

Questo sito utilizza i cookies