X

Scaler: RC tranquillo ma realistico

Gli SCALER sono automodelli radiocomandati non solo in scala, ma con l’obiettivo di essere più realistici possibile nelle forme, nelle proporzioni, nei colori, negli accessori.
Devono quindi essere una chiara rappresentazione di veicoli realmente esistenti. Anche se non è un vincolo, per una serie di motivi sono abitualmente in scala 1/10 o 1/12, quindi per capirci lunghi da 30 a 50 cm. Attenzione va riposta alla larghezza di questi fuoristrada, perchè spesso sono venduti con la possibilità di essere “stesi”, cioè abbassati, per dare maggiore stabilità nelle curve, però questo finisce per alterare la proporzione fra altezza e larghezza, allontandole da quelle realistiche. Stessa attenzione quindi per i cerchi con l’offset, perchè quasi sempre creano lo stesso effetto. Quindi in linea di massima gli ammortizzatori vanno tenuti al massimo dell’altezza, il veicolo al massimo dell’altezza (attacco degli ammortizzatori alle torri e ai bracci) e niente offset nei cerchioni. Pensate ad esempio ad un classico E-Maxx della Traxxas (Monster RC elettrico 4×4), così come esce dal negozio non sembra un veicolo vero in miniatura, le ruote sono assolutamente enormi rispetto alla carrozzeria (body) ed escono troppo dalla sagoma.

  • I paraurti fanno sempre la loro figura…si può usare il fil di ferro per crearne di particolari
  • Roll Bar, nelle jeep c’è sempre, soprattutto se sono 2 posti senza tetto. Meglio nero o argento, il metallo colorato esiste ma non è molto realistico
  • I finestrini mezzi abbassati, se avete l’interno “dettagliato” con sedili e tutto, danno un tocco di realismo
  • una targa dietro e magari anche davanti, non guasta assolutamente. Si può realizzare con pezzi di plastica qualsiasi verniciati e con dei trasferibili con numeri e lettere, oppure acquistare il kit completo online!
  • per le auto scala 1/10 o anche 1/8 è possibile comprare per pochi euro un blister di pezzi della Tamiya, esattamente del notissimo modello “wild willy” (Tamiya L-parts 58242 – su TowerHobbies # lxsk57)
  • la parte inferiore della carrozzeria, quella che normalmente non è visibile ma che in alcune foto s’intravede e con il modello in mano si vede benissimo, può essere verniciata di nero. Il nero come colore ultimo sulla scocca in lexan scurisce il colore originale, è vero, ma di poco e comunque ha questo doppio risultato di rendere più verosimile la carrozeria.
  • Volete mettere ua classica quanto amerrrricana cassetta-frigo sul tetto o meglio dientro sul pianale aperto di un pick up? Prendete qualcosa di squadrato in plastica morbida, ad esempio una bottiglietta di pasticche, tagliatele il collo, coprite il buco con un nastro adesivo e poi pitturate di 2 colori. Solitamente la parte sopra, il coperichio, è bianca.
  • Need a sleeping bag? Get a peice of webbing,cut it to size and wrap it up. Make secure straps with thread or tape.Tow ropes and regular rope? Use nylon and put heat shrink around the ends. I use a thicker nylon for my tow line and a smaller one for etc. You can find pretty much all this stuff around your house.

Infine ecco qualche link utile per comprare pezzi già pronti e “scalati” a dovere. Non tutto va bene…meglio verificare prima le dimensioni del prodotto (mini-prodotto 🙂 ) e poi le dimensioni desiderate rispetto al mezzo che abbiamo di fronte.

  • pezzi vari, accessori di tutti i tipi, specialmente di tipo militare
  • pezzi vari, più da “bambole”e stile familiare
  • Targhette, cioè targhe personalizzate in miniatura
  • sedili (Recaro)

GuidoElettrico: Guido Elettrico è un uomo qualsiasi, che però vive in una grande città e crede che ci stiamo avvicinando sempre più alla crisi del petrolio e delle fonti energetiche fossili in generale. Ma soprattutto che la mobilità urbana, e non solo, vada ripensata partendo quindi dai veicoli ibridi o completamente elettrici.

View Comments

  • Complimenti, veramente bello. Interessanti e realistici i modelli. Abito a Monacalieri (TO) Italia, dove sapere dove poter acquistare un modello scaler e quanto costa mediamente? GRAZIE
    Claudio T.

Questo sito utilizza i cookies