11 aprile 2009 ~ 2 Commenti

GM PUMA: 2 posti “tipo Segway”, con 2 ruote e 2 ruotine

Puma della GM (segway?)Parliamo del PUMA (Personal Urban Mobility and Accessibility), veicolo elettrico a 2+2 ruote, presentato come prototipo in questi giorni dalla General Motors.
James Norrod, Amministratore Delegato di Segway , ha dichiarato di voler dimostrare che è possibile un diverso approccio al problema della mobilità urbana.

In comune con il Segway, forse il veicolo più piccolo e più conosciuto al mondo, visibile soprattutto nei grandi centri commerciali, nei parchi di divertimento e nei grandi musei, ha l’utilizzo dei giroscopi per rimanere “dritto” e nello stesso tempo assecondare i movimenti di passeggero e pilota, mentre gli imput per gli spostamenti sul terreno vengono dati tramite un manubrio.
Qui sul PUMA si viaggia seduti…ma è anche più protettivo sia rispetto all’aria, sia rispetto a piccoli urti, insomma è meno divertente da questo punto di vista, però raggiunge i 50 e forse anche 60 km/h e ha un’autonomia di 60 km. Numeri interessanti…
Ho scritto che ha 2+2 ruote…in realtà ne ha 2+2+2, cioè ha 2 ruotone principali, 2 picole davanti alle quali si appoggia quando è fermo, per facilitare la salita sul mezzo e 2 medie dietro, per salire piccoli gradini senza ribaltarsi.
Non sappiamo ancora il prezzo, però la GM afferma che entro la fine del 2010 potrebbe metterlo in produzione…mi manca di sapere in base a cosa deciderà se farlo o meno…e forse il 2012 potrebbe essere una data più attendibile, staremo a vedere.

Francamente mi sembra una bella stupidata di prodotto, detto “papale-papale”, con il quale la General Motors non andrà da nessuna parte:

  • in 2, a meno di non essere 2 bambini, le spalle e le braccia sono troppo esposte, sporgono fuori dalla “cellula” protettiva, insomma è troppo stretto per 2 persone adulte…anche se si vogliono molto bene e stanno vicine-vicine!
  • se il Segway era “figo” e futuristico…questo coso assomiglia troppo ad una “carrozzella” per chi ha problemi di deambulazione.

Serviva un erede del Segway? Secondo qualcuno si…perchè tutto sommato questo bellissimo prodotto è stato assolutamente innovativo, ma non è riuscito ad avere poi la larga diffusione che molti immaginavano inizialmente…specialmente i costruttori. Il suo limite è stato nella difficoltà di affrontare le strade dissestate e le salite,  le prestazioni troppo basse per circolare su molte strade, in alcune nazioni (vedi ITALIA) l’impossibilità di omologarlo per la circolazione su strada, la mancanza di un riparo contro le intemperie (freddo, vento, acqua) e non ultimo il costo, che ne ha limitato la diffusione anche nei luoghi dove invece troverebbe il suo terreno ideale, le condizioni migliori per muoversi.
Personalmente invece penso che sia il caso di continuare sulla strada del segway, sperando scenda di prezzo e magari dotandolo di qualche sistema di ammortizzamento che gli consenta di superare non solo piccoli ostacoli ma soprattutto reggere strutturalmente l’utilizzo quotidiano su strade non perfette, con buche, dossi, ghiai, sassi, ecc.
Insomma le strade reali…tristemente note soprattutto in Italia. (qualche lettore all’estero ha trovato strade messe peggio? Io neanche al centro dello Yucatan ho trovato tante buche e rattoppamenti!!!)

2 commenti to “GM PUMA: 2 posti “tipo Segway”, con 2 ruote e 2 ruotine”

  1. Andrea 14 aprile 2009 at 6:42 pm Permalink

    Onestamente questi veicoli che possono raggiungere la velocità di 50/60 Km/h senza avere una struttura di riparo anteriore, nè la maneggevolezza di una moto, mi lasciano perplesso. Sembra una velocità limitata ma chi ha visto i crash test di auto lanciate a 50 km all’ora sa cosa potrebbe succedere in caso di impatto. Certo il rischi vale anche per le moto ma le minore dimensioni (larghezza) e la diversa guidabilità, mi danno più fiducia rispetto a questo veicolo. E’ solo una prima impressione, magari mi ricrederò. Ciao


Lascia un commento